Liebster Award – Nuove Nomination, Nuovo Gioco!

Liebster-Award-Luglio-2015Passano i mesi e spunta fuori di nuovo il “LIEBSTER AWARD”, iniziativa che, com’è noto, è nata con il preciso scopo di promuovere gratuitamente (con il solo passa-parola tra  blogger e follower) i siti nati da poco tempo: un sistema di diffusione che mira ossia a far conoscere, a nuovi possibili follower, blog meritevoli che altrimenti potrebbero non avere la giusta visibilità.

In Aprile di quest’anno fui nominato da Michael del blog That’s My Spot (che saluto affettuosamente e da cui aspetto sempre nuovi post, perché leggerli è sempre una delizia), mentre questo Luglio assolato il piacere di essere nominato mi è giunto da un altro blogger che stimo particolarmente, l’attento ed esperto PizzaDog (quello con l’Avatar di lui che beve, in occasione di una festa di matrimonio… lo so perché glielo chiesto e magari non ama che lo si metta in piazza, ma oramai è un personaggio pubblico e quindi paga scotto!) che cura personalmente il sito L’OSSERVATORIO, pieno di recensioni interessanti e mai banali.

Sapete tutti come funziona il “LIEBSTER AWARD”?
Se lo sapete, passate avanti, se invece lo ignorate o avete le idee confuse, leggete di seguito…

Quando si viene nominati (lo scoprite perché siete nella lista presente nel post), dovete (se volete, chiaro, non c’è nessun obbligo… nessuno vi manda a casa i SUV neri della NSA o di qualche agenzia con i tizi e le tizie vestiti in giacca nera e camicia bianca, con gli auricolari sboroni ed i gadget in dotazione anni luce più evoluti di qualsiasi cosa in commercio… pero’, dai, perché no? E’ un gioco…), dicevamo… se siete nominati dovete adempiere ai seguenti compiti:

1) Utilizzare il logo del Liebster Award mettendolo in bella vista nel vostro post.
2) Ringraziare il blog che ti ha nominato (chi è il cafone che non lo farebbe?)
3) Rispondere alle sue 10 domande (sono nel post in cui vi ha nominato)
4) Nominare altri 10 blog (con meno di 200 follower di seguito)
5) Porre a vostra volta altre 10 domande

Tutto chiaro?
Se si, siamo a posto, se invece avete dei dubbi, allora è un casino, perché ne avevo anch’io e pensavo di averli risolti andando avanti lo stesso.. perciò, fate come me!

Considerando assolti i punti 1 e 2, passo a rispondere alla 10 domande postemi da PizzaDog:

1) Perché hai scelto questo nome per il tuo blog?
Eh! Il Kasabake è uno yokai di tipo tsukumogami, ossia uno spirito-artefatto, generatosi da un oggetto di uso comune che, secondo la credenza popolare giapponese, essendo stato posseduto dall’uomo per almeno 100 anni si è animato di vita propria.
E’ l’amore che io stesso provo per le cose, per gli oggetti, che mi fanno pensare che in questa storia qualcosa di vero ci sia.
Non so se ho davvero risposto alla domanda, però, quindi insisto…
“Kasabake” è anche il nome che avevo a suo tempo personalmente scelto quando a Bologna, a fianco della fumetteria dove lavoravo, avevamo aperto, per un breve periodo di tempo, uno store in collaborazione economica e commerciale con il gruppo giapponese Mandarake, proprietario di vari negozi dedicati alla compra-vendita di articoli usati a Tokyo; malgrado l’iniziativa avesse subito riscosso un grosso successo tra gli appassionati di gadget nipponici, enormi pressioni furono esercitate dai distributori affinché tale iniziativa fallisse e così fu; di quell’esperienza mi è rimasto però il ricordo piacevolissimo dei collaboratori giapponesi che erano venuti a lavorare in Italia a nostro stretto contatto e l’amicizia dei clienti che venivano da tutta Italia, con il sorriso stampato sulla faccia sia all’ingresso, sia all’uscita del negozio.
Il nome di questo blog è un po’ anche un omaggio a tutti costoro ed alla mia vanagloria.

2) Spiega in poche parole l’argomento del tuo blog e perché senti il bisogno di parlare proprio di quell’argomento.
Amo condividere con gli altri ciò che di meno ovvio esiste nell’ovvio, quindi non rifuggo il mainstream, perché le cose più preziose sono anche le più nascoste e quale posto è il miglior nascondiglio se non quello di stare in bella vista davanti a tutti?
Un famoso proverbio cinese (ma in realtà l’origine vera è decisamente dubbia…) recita “Quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito” e così capita spesso che la gente non veda l’ovvio, perché per snobismo preferisce nasconderlo a se stessa.

3) Al di fuori del blog, quali sono le tue più grandi passioni?
Amo viaggiare quando mi è possibile, amo scrivere ancor più che leggere e poi la buona cucina senza dubbio: unendo quest’ultima ai viaggi ottengo la mia personale definizione di paradiso.

4) Quando hai realizzato di essere diventato un “blogger”?
Il giorno in cui un altro blogger mi ha letto ed ha commentato… ancora lo ricordo bene… fu un commento del blogger amico Lapinsù a proposito di un mio vecchio ed ancora “ruvido” post su “Intersellar“, il film di Nolan.
Non ringrazierò mai abbastanza Pennesi per quel commento.

5) Qual’è il tuo animale guida? E perché?
Se intendi il mio animale totemico, allora è roba troppo new age e poi dovrei imbottirmi di peyote per fare una seria seduta di meditazione… non è roba per me!
Ho trovato un test online sull’argomento e dopo aver risposto a tutte le domande, mi dicono che sono un coccodrillo: devo incazzarmi con gli autori del test?
Però, però in fondo qualcosa di vero deve esserci… non penso al coccodrillo come l’animale coglione delle fiabe che piange per aver mangiato troppo, senza che questo segnale modifichi in alcun modo le sue abitudini “alimentari” la volta successiva e nemmeno al coccodrillo di Peter Pan, quello che ingoia la sveglia (o l’orologio), la nemesi di Hook anche nella metaforica interpretazione del “C’era una volta” del dinamico duo Adam Horowitz e Edward Kitsis… no penso piuttosto al coccodrillo come animale preistorico, facente parte di una specie estinta, distrutta (pare) dall’impatto di un meteorite e rinato nel parco giochi giurassico di Spielberg ed eredi… Ok, il mio “fuckin’ animal spirit” potrebbe essere un Mosasauro…

6) Il film/libro/serial/videogioco/cantante/ecc che odiano tutti ma che segretamente ti piace?
Oddio… Mi piacciono tantissimo i film della Coppola e per questo in genere mi prendo delle “pesciate” in faccia su WP e altrove (beh, ci sono gli snob che odiano i film commerciali e gli oltranzisti del commerciale che se in un film non ci sono ritmi adrenalinici ti offendono a morte…), ma è anche un’artista che è stata premiata a Cannes da Tarantino, quindi non sono poi così solo… MI sono divertito a leggere la saga di “Twilight” ed a vederne persino i film, praticamente una vergogna dirlo in giro, ma ha venduto così tanto che sono in buona compagnia… Serie Tv? Me ne piacciono un delirio e sono tutte belle, nulla di vergognoso… quelle brutte brutte non le guardo quindi… Però, forse posso confessare di essermi divertito anche con Proietti quando faceva il Maresciallo Rocca, vale?… Videogames, beh, no, nessuna vergogna, perché quelli a cui gioco sono bellissimi! Il mio preferito resta GTA, tutti i capitoli (Rockstar Games rules!!!)… E poi Lara Crift, dai, anche quelli brutti di Lara sono alla fine belli, nessuna vergogna… Cantante? Mi piace molto la Michelin, una bella botta, lo so , considerando che in genere ascolto pop inglese stile  The XX, mah!…. Come sono andato a confessioni? Ho poi dei buoni gusti, eh!

7) Scoppia un’apocalisse zombie e hai a disposizione un’arma da un videogioco, un’abilità da un libro/fumetto e un compagno da un film: quali scegli?
Fucile a pompa con cartucce infinite, la capacità di volare come Supes e come amico voglio Max Rockatansky (se uomo) o Furiosa (se donna), entrambi ovviamente in versione “Fury Road”…

8) Potendo scegliere un genere [horror, wenstern, musical, ecc..] come vorresti che fosse la tua vita? E perché?
Commedia con lieto fine, ovviamente, in cui ti ritrovi a vivere felice, ricco ed appagato sentimentalmente (se commedia romantica) o sessualmente (se in stile college).
Come in quel film con Alias ed Hulk (ok, volevo dire Jennifer Garner e Mark Ruffalo) che masticano le Rasol e lei viaggia nel tempo e sistema tutti i casini…

9) Se potessi parlare con un personaggio famoso o storico del passato, chi sceglieresti?
Eh! Considerando che ciò che potrebbe dirmi lo debbo commisurare ai tempi in cui vivo, direi JFK, si , senza dubbio.

10) Vieni eletto all’unanimità Re/Imperatore/Governatore assoluto di tutto Internet! Quale sarebbe la tua prima azione come sovrano?
Dando per scontato che il mondo intero sia stato già cablato e risolto il problema del digital divide, renderei immediato il passaggio al web 3.0 con database semantico, il tutto nella piena gratuità, quindi pagherei gli hacker di tutto il mondo perché caccino dal web la criminalità pedopornografica ed i terroristi di merda (detto con linguaggio forbito), entrambi i gruppi citati sarebbero poi passati al mio collega imperatore del mondo politico perché siano appesi per le palle ad un lampadario, attendendo che giungano a terra, mentre una IP cam in 4k di definizione li riprende timelapsando il tutto.
Poi toccherebbe alla NSA ed a tutte le organizzazioni che i complottisti più fanatici mi indicherebbero come persuasori occulti e grandissimi spioni: tutti crashati e bannati, forever!

Ok.
Completato anche il punto 3, andiamo avanti con i nostri “impegni”, ma prima un piccolo recap…

In Aprile avevo nominato i seguenti blog:

Per Un Pugno di Cazzotti
Slow Film
Penna di parte
That’s my spot
Pianeta Cinema
Review by Dave
Qui si parla di Cinema
Angolo del Pensiero Sparso
Lapinsù
Cinemanometro

Per ovvi motivi legati allo scopo promozionale del premio Liebster, NESSUNO di questi blog poteva ora essere nuovamente nominato da me e quindi procedo con la nuova listona dei “fortunati” selezionati di Luglio!
Ladies & Gentlemen, ecco a Voi le nuove nominations:

Liebster-Award-Luglio-2015 blog

SWAN STATION
MOVIEMANIA
GERUNDIOPRESENTE
RECENSIONI AMICHEVOLI
WWAYNE
MY MAD DREAMS
IO SONO LETTERATURA
PER UN PUGNO DI FILM
LOVE IS THE DEVIL
L’OSSERVATORIO

Questi blog sono stati contattati direttamente da me con un messaggio sulla loro bacheca ed avvisati della nomination…
Risponderanno? Lo faranno con un post sul loro sito come prevedono le regole oppure se si limiteranno (forse) a rispondere come commento sotto questo blog?
Chi vivrà vedrà!

Per i curatori dei 10 blog da me nominati che intendessero adempiere ai 5 obblighi previsti dalla nomination di questo “Liebster Award”, adesso è arrivato il momento di rispondere al questionario da me preparato, ma prima tocca ad un gruppo di domande di “riscaldamento”, facili, facili, dedicate al Grande Mistero della Vita (42), il Cibo (servono per tarare la macchina della verità, un classico): A o B?

Food Questions01/10Lasagne o Tortellini?
02/10Spaghetti alla Carbonara o Linguine allo Scoglio?
03/10Filetto alla Wellington o Fiorentina?
04/10Aragosta lessata o Salmone affumicato?
05/10Pasta Frolla o Pasta Sablé?
06/10Macarons o Meringhe?
07/10Paris-Brest o Torta Saint Honoré?
08/10Roquefort o Parmigiano Reggiano?
09/10Tartufo sulle Tagliatelle o sulle uova al tegamino?
10/10French Toast o Croque Monsieur?

Adesso il gioco si fa duro!
I concorrenti attraverseranno tre stanze, che caratterizzeranno il tema delle domande stesse.
La prima la faremo in velocità, con una sola domanda:

Survival Room – Domanda 1 di 1
Non avete il tempo che aveva Butch Coolidge, il personaggio interpretato da Bruce Willis in “Pulp Fiction” (tanto non era lui che stavano violentando), ma avete la stessa scelta di armi che lui aveva nel negozio, prima di arrivare alla katana.
Tre fottutissimi dobermann allevati a pane ed odio vi stanno correndo incontro ed in 30 secondi vi saranno addosso.
Quale arma usate e come la usate?
Non lesinate dettagli gore, per favore!

Ora tocca alla seconda stanza, con un gruppo di 4 domande complesse, che metteranno alla prova la capacità narrativa dei blogger:

Writer’s Room – Domanda 1 di 4
La Rowlings si fida di te, forse perché l’hai convinta con quel tuo racconto molto ai limiti del surreale, con protagonista una teen-ager aliena di 1500 anni, incinta di un terrestre appena adolescente, hacker disoccupato, nella Berlino dei nostri giorni (ma poi la storia si spostava in Asia) e che lei ha letto per caso dall’editore che te lo ha rifiutato come in una commedia sentimentale anni ’90 americana.
Comunque lei si fida moltissimo delle tue capacità come scrittore/scrittrice e siccome sta per entrare nella setta degli adoratori dei carillon subsonici (percepibili solo con collane di fiori di Bach intorno al collo e sulle orecchie), che la terrà lontana in ritiro spirituale, ti affida il compito di scrivere il soggetto per il prequel al primo film di Harry Potter, in cui si dovrà parlare dell’ascesa del Signore Oscuro e della giovinezza dei genitori di Harry Potter e di altro che tu vorrai.
Hai carta bianca per buttare già una sinossi veloce, qualcosa di terribilmente sintetico, con qualche accenno ai personaggi principali ed almeno la scelta della rosa ristretta del cast.

Writer’s Room – Domanda 2 di 4
In una versione distopica di “Gone with the Wind (Via col Vento)” il Sud vince la guerra d’indipendenza contro il Nord perché il generale Robert Edward Lee ha ricevuto miracolosamente in dono dallo spazio una piattaforma gravitazionale piena zeppa di armi provenienti da una civiltà aliena, che dopo averci osservato, è scesa in campo schierandosi con gli schiavisti e Tara diventa un luogo di culto.
Perché gli alieni lo hanno fatto?
Cosa sperano di ottenere?
Perché non ci hanno distrutti e basta?

Writer’s Room – Domanda 3 di 4
Da tempo circolava l’idea ed infine hanno deciso ad Hollywood di fare un film sulla serie Tv degli anni ’70 ed ‘80 “CHiPs”, ma, come già accaduto per “21 Jump Street” non sarà fedele: uno dei due agenti (quelli che nella fiction erano i characters di Jonathan A. Baker e Francis Poncherello) è donna e afro-americana, inoltre l’altro, l’uomo, ha problemi di droga e prende mazzette, ma piccole, niente di clamoroso.
Nel film combattono contro dei criminali mutanti resi fortissimi dal liquame chimico velenosissimo rilasciato nella baia dall’industriale che paga mazzette al CHiPs corrotto.
Come si intitolerà il film in lingua originale e con quale titolo sarà distribuito invece in Italia?

Writer’s Room – Domanda 4 di 4
Stallone è invidioso di Schwarzy e del suo Terminator redivivo, quindi mette in cantiere un nuovo Rocky, che questa volta però cambia sport: non più la boxe, ma per esigenze di… boh, vedi tu perché, deve cimentarsi in un altro sport (no “braccio di ferro” perché fa troppo “Over The Top”).
In quale sport il nostro Balboa diventerà da nullità a campione massimo in poche settimane e perché?
Ah, importantissimo…
Adriana è stata investita da un camion ed è in coma vegetativo: che fa Balboa? Stacca la spina oppure la mantiene in vita artificialmente oppure cos’altro (la terza ipotesi esiste)?

Eccoci arrivati alla terza stanza, dedicate a domande concepite sotto allucinogeni e che prevedono risposte dello stesso mood:

Mushrooms Room – Domanda 1 di 4
Come racconta lo sceneggiatore irlandese di comics Garth Ennis, Dio ha mollato tutto ed è andato via.
Basta rotture, troppi casini, stop, ciao.
In Paradiso c’è il caos e nessuno sa cosa fare, quindi decidi di andarlo a cercare (hai parlato con la tizia del Codice da Vinci, che è un erede della Maria Maddalena e del Cristo e quindi ne sa a tronchi e ti ha raccontato la cosa)
Lo trovi.
Dove lo hai trovato?
Come lo convinci a tornare?
Cosa accade?

Mushrooms Room – Domanda 2 di 4
Hitler non è morto nel bunker come tutti pensano, ma è sopravvissuto fino ai nostri giorni.
Però tu, senza volere, gli fai cadere il suo inalatore per l’asma in un tombino, mentre stavi cercando di aiutarlo a recuperare la spesa cadutagli quando scendeva dalla metro di superfice a Praga (tu eri in vacanza, lui boh!).
Mentre muore (questa volta sul serio) ti porge la chiave del suo appartamento ed il suo portadocumenti (dove è riportato il suo alias) e gesticolando ti dice di fare qualcosa che non capisci.
Mentre altri passanti cercano di soccorrerlo (invano, perché ti è spirato tra le braccia), tu ti allontani dalla folla, cerchi l’appartamento del tizio, apri ed entri e lì ti accorgi, da una serie di documenti e videoriprese (chi non ne conserva?), chi fosse realmente e capisci perché ti chiedeva in punto di morte di recarti a casa sua… cavoli, ci credo che lo volesse, eh!
Perché? Cosa trovi e cosa voleva che facessi e soprattutto cosa farai?

Mushrooms Room – Domanda 3 di 4
Un tecnico del suono con competenze da genetista (ce ne sono a bizzeffe, vero?) ha creato l’Equalizzatore Totale, una macchina che non si limita a trasformare solo il suono che esce dalle casse acustiche, ma anche l’ascoltatore, adattando le sue cellule a fluttuare nell’aria insieme al suono, zampettando sopra gli accordi musicali e surfando sopra le onde sonore.
Durante la prova finale dell’apparecchio, però, la camera acustica isolata in cui veniva fatto l’esperimento, viene spalancata dagli agenti di una squadra segreta pagata dal Pentagono, sospettando che qualcuno avesse costruito un’arma senza dire niente a loro (cattivi!).
Cosa accade al soggetto del test all’atto dell’apertura della porta?
Come procede la storia?

Mushrooms Room – Domanda 4 di 4
A furia di tamburellare lo stesso motivetto sul tavolino per giorni, settimane, mesi ed anni (eh, che palle, però!), le vostre mani sono penetrate in un’altra dimensione, parallela alla nostra e sfasata di pochissime vibrazioni (aldilà di ciò che questo significhi davvero) e la stanno influenzando!
Gli abitanti di quella dimensione stanno morendo per colpa vostra e non sanno cosa fare!!
E noi, che facciamo?
Ma poi, perché li stiamo danneggiando?

Siamo arrivati alla decima ed ultima domanda e siamo fuori da qualsiasi stanza, anzi, diciamo proprio che siamo “fuori”: questo è infatti il momento del…

Delirio Finale – Last Question
Il Piccolo Buddha si è reincarnato di nuovo, ma questa volta lama Dorje per farlo, invece che tre bambini (come nel film di Bertolucci), ha scelto un’oca.
Il problema è che se normalmente un’oca vivrebbe per 30 o anche 40 anni, il supplizio dell’ingrasso forzato per la produzione di paté la uccide normalmente dopo solo qualche mese di vita.
Essendoti appena convertito/a al buddismo ed avendo saputo da lama Norbu della sfortunata reincarnazione, decidi di salvare l’Oca Buddha da morte certa, ma questa è già stata selezionata per un allevamento intensivo francese, con annesso centro di produzione.
Hai poche settimane di tempo, quindi, per inventarti qualcosa che blocchi la produzione mondiale di Paté de foie gras, ma una semplice sensibilizzazione al problema animale non basterebbe e comunque, anche avessi il dono dell’assoluto convincimento, non faresti mai in tempo.
Giungono in tuo aiuto Michelle Obama (folgorata dalle rivelazioni mistiche degli adepti di Oca lama Dorje mentre era in visita al suo monastero), gli agenti dei servizi in scorta a Michelle (non che siano utili, ma erano già sul posto…), Emma Watson (presente in rappresentanza dell’ONU), un hacker geniale che sa manovrare i codici di lancio delle navette spara-laser nascoste dentro alcuni dei satelliti geostazionari dedicati al calcolo del posizionamento GPS, il marmista della Madonna di Medjugorie (in vacanza presso altri misticismi), il capo ghost-writer di Stephen King (in fuga dalla schiavitù), la figlia di Murdock e Franc Roddam (autore televisivo creatore del format “MasterChef” e copulatore della Murdock).
Come usi questo dream-team per risolvere il problema?

That’s All Folk!
Questo è tutto: il mega-questionario è terminato.
Non so davvero se qualcuno deciderà mai di cimentarsi in questa impresa, perché io sono un perfetto sconosciuto per almeno il 90% dei blogger da me nominati e perché il tempo è una risorsa utile per tutti e sprecarlo magari per rispondere ad una minchiata come questa non è molto intelligente.

Tuttavia, chi vorrà rispondere, magari con un suo post apposito (come prevederebbero teoricamente le regole del “Liebster Award”) sarà il benvenuto e penso che anche i rispettivi follwer ed i visitatori occasionali che leggeranno domande e risposte potranno passare del tempo piacevole.
In ogni caso, tengo a precisare che:

  1. Io mi sono divertito e questo già mi basta
  2. I blog che ho nominato avranno la mia stima e la mia fedeltà anche se non dovessero nemmeno prendere in considerazione tutta questa cosa.

Arrivederci a tutti!!
P.S. Chi volesse rispondere al questionario pur non essendo tra i blog nominati, può farlo nello spazio commenti qui sotto e sarà sempre un bel gioco!!

Annunci

38 pensieri su “Liebster Award – Nuove Nomination, Nuovo Gioco!

  1. Le tue domande sono troppo, troppo belle per non partecipare!
    Non so ancora quando, ma risponderò a tutto con molto piacere, già mi sto sfregando le mani 😉

    Grazie ancora per la Nomination!

    Liked by 1 persona

      • Grazie per la nomination Kasa, mi cogli proprio un paio di giorni prima di una trasferta marittima quindi, visto il tipo di domande 🙂 , non penso di farcela a breve a rispondere. Comunque grazie ancora, complimenti per la follia che hai voluto condividere con noi!

        Liked by 1 persona

        • Ciao Alessandro, grazie per aver comunque trovato per rispondermi.
          Lo premesso al post e l’ho sottolineato in vari commenti: il mio questionario è un gioco e come tale deve essere divertente non solo per me che l’ho scritto, ma anche per chi risponde, perciò, premio a parte (il tuo blog meriterebbe molto di più di questo strattagemma, ma prendilo come un attestato di stima ed affetto da parte mia), mi piacerebbe davvero sentire le tue risposte, anche in modo informale con un commento al mio post, senza tanti fronzoli… sei un lettore accanito e sono certo che dai costantemente da mangiare all’emisfero cerebrale deputato alla creatività, per cui non limitarti e spara!
          Nion c’è un limite di tempo: siamo in luglio e la gente va in vacanza, è normale!
          Io continuerò a seguirti come follower anche se non risponderai un fico secco, s’intende!!

          Liked by 1 persona

            • Alessandro!!
              Mi sono appena ricordato che dovevo chiederti un a cosa importantissima!!
              Cosa mi consigli come lettura per le vacanze?
              Giusto perché tu sappia come muoverti con me (che sono “ingombrante” sia fisicamente che verbalmente), ho appena finito di leggere l’ultimo romanzo di Patrick Modiano “Perché tu non ti perda nel quartiere” che ho adorato (non quanto “Via delle Botteghe Oscure” che a mio avviso è il suo top); precedentemente avevo terminato (a fatica!) l’ultimo di Lansdale e sono tra quelli che si è divertito (siamo una razza protetta) a leggere “la nave di Teseo” di Straka alias J.J. Abrams e Doug Dorst…
              Dammi 2 titoli da portarmi dietro (non di più) di cose che hai letto recentemente… niente di mastodontico (tipo “così muore la carne” di Butler o “Guerra e Pace”…) e se possibile un po’ borderline…
              Non è un quiz, ma un consiglio…
              Va bene qualsiasi cosa, eccetto i libri cucina (mangio, non cucino), di geopolitica, di hobbystica… per il resto tutto gradito, dalla poesia all’astrofisica.
              Bye, buone vacanze!

              Mi piace

  2. Eh dai così non vale! Già le domande del primo Liebster erano folli e mi sono divertito a rispondere, ma queste sono superiori. Risponderò prima o poi… come vedi non sto trovando tempo, modo (e forse voglia) di scrivere post sul mio blog, quindi non so quando e se leggerai le mie risposte. Ma questo questionario è quasi imperdibile!

    Liked by 1 persona

  3. Avevo capito che le tue domande sarebbero stati folli…ma mai avrei immaginato fino a questo livello XD
    Comunque grazie per la contro-nomination ma, per tornare al discorso che facevamo l’altro giorno, alle domande risponderò nei commenti e non in un post apposito dato che crearne uno nuovo darebbe vita ad un loop infinito in cui ci scambiamo nomination, poniamo domane e ponderiamo a risposte mettendo in gioco di volta in volta noi due e 9 nuovi partecipanti. Diventerebbe insomma un circolo vizioso! Divertente ma vizioso!
    Per cui risponderò alle domande in un commento [ma a tempo debito, perché il tempo è il solito tiranno e le tue domande sono così scervellanti che rispondere chiederebbe un buon 99% della CPU del mio intelletto…ma sono bellissime e ci tengo a rispondere come si deve 😀 ].
    Mi premeva comunque ringraziarti per le risposte che hai dato alle mie domande. Solo ora posso dire di aver capito il senso del Liebster Award perché benché ti conosca da un po solo ora posso affermare di non conoscerti affatto [e quindi figurati chi non ti conosce e ti scopre tramite nomination varie].
    Per esempio non sapevo il perché del tuo nome o che tu avessi lavorato in un negozio di fumetti [hai lavorato in una fumetteria e non me lo dici?! 😀 ].
    Comunque:
    1) Come ho detto non conoscevo l’origine del nome “Kasabake” ma tutta la mitologia che gira dietro gli Youkai è veramente affascinante e il tuo soprannome a questo punto è uno dei più belli di sempre…a confronto “pizzaDog” fa ridere XD
    5) Nonostante il mio rinnovato rispetto verso il Mosasauro, mi tocca fare il secchione di turno e ricordarti gli insegnamenti del professor Grant e del simpatico DNA quando sostenevano [a quanto ne so giustamente] che è più probabile che siano gli uccelli e non i rettili i veri discendenti dei Dinosauri [che comunque come animale guida non sarebbe niente male];
    6) Non posso certo giudicare i gusti degli altri quando io per primo guardo e leggo “cagate”, ma la saga di Twilight davvero non me lo aspettavo. Per quanto riguarda la Coppola come hai detto tu non sei l’unico a cui piace [ma no, io non sono tra quelli 😛 ]. Nulla da dire sui videogiochi dato che non me ne intendo molto, ne sulla musica [non ho idea di chi sia quella che hai nominato];
    8) “30 ANNI IN UN SECONDO” credevo che fosse uno di quei film che tutti vedono ma che nessuno ricorda 😀 Io invece l’ho sempre ricordato con affetto [ma non so neanche il perché].

    Liked by 1 persona

        • Azz, male molto male.
          A questo punto credo che seguirò il tuo metodo e contatterò singolarmente i da me nominati [a meno che non abbiano deliberatamente deciso di ignorarmi, allora la cosa potrebbe farsi imbarazzante] 😀

          Liked by 1 persona

          • Ah, io ho pensato fosse l’unico modo, visto l’andazzo… pero’ siamo in Luglio e molti sono fuori casa e non usano WP dal PC ma dallo smartphone ed i servizi mobile sono più scarsi… LupoCattivo di Cinemanometro mi raccontava che si è accorto solo quando è rientrato a casa di commenti fermi in attesa della sua approvazione da non so quanti giorni!

            Liked by 1 persona

    • Mi dispiace di non averti conosciuto prima come blogger, ma da quando ti seguo, sto recuperando il tempo perduto: qui non si tratta di complimenti (di cui WP è affollato, anche se poi quelli sinceri si capiscono sempre…), ma, come dice il mio amico Lapinsù, di empatia.
      Mi sento molto spesso sulla stessa tua lunghezza d’onda, sia quando scrivi dei post interi, sia quando solo commenti a post di altri e questo non perché tu dica cose simili o identiche alle mie (che palle altrimenti!) avvalorando pretese autoreferenzianti, come in un club dove tutti si spalleggiano o si copiano a vicenda, ma per il modo con cui le dici, per quel cercare un senso nel meccansimo che ci si trova di fronte, sia esso un film, una fiction, un comic, un manga, un anime o una canzone.
      Piaget, l’epistemologo, diceva che l’intelligenza è la capacità di analizzare le strutture (definizione sublime, sintetica ed esaustiva per altro) e qui siamo di fronte a questo.

      Andando avanti: lietissimo che le domande ti abbiamo intrigato, perché lo scopo era quello, nonché divertirsi e dare libero sfogo alla creatività che è in noi (io ho messo la tela ma chi risponde è il vero pittore!).

      Sul discorso delle modalità del “Liebster”, concordo al 1000% con te: le regole diranno anche di fare così, ma non è possibile che ogni nominato crei altre 10 domande e altri 10 nominati e così andare che diventa un delirio e dovresti conoscere tipo un milione di blog e finisci inevitabilmente per nominare qualcuno di cui non ti interessa una beata fava…
      Quindi la cosa migliore è: lasciare liberi i nominati di rispondere o meno e di rispondere come preferiscono. Stop. Il resto è un delirio: io ho riportato le regole come hai fatto tu, perché mi sembrava corretto ma sul rispettarle, beh, ci deve essere un senso… altrimenti…

      Sulle mie risposte alle tue domande ho pensato che il modo migliore per portarti rispetto e ringraziarti fosse quello di non lesinare le parole e di stare al gioco il più possibile: quindi sul termine Kasabake ho voluto essere il più dettagliato possibile ed anche sulla “confessione” di piaceri letterari e musicali innominabili ho voluto non nascondere nulla, come se fossi dal mio confessore (anzi di più, perché normalmente non mi confesso), “Twilight” compreso (non li ho letto tutti in realtà ma è vero che ho visto tutti i film) e Michelin compresa (è la vincitrice di X-Factor di qualche anno fa ed ha fatto la canzone che viene suonata nei titoli di coda del secondo Spiderman con Garfield (ovviamente non il gatto).

      Ti chiedi perché lo ricordi con affetto a proposito di “30 anni in un secondo”? Beh, il film è gradevolissimo, stupidino e leggero e poi, vera cosa importante, La Garner è semplicemente perfetta: quando “cinguetta” sulla bellezza delle sue borse e delle sue scarpe con la ragazzina sua vicina di casa (e senza saperlo sua coetanea) è splendida! Ruffalo, poi, è una rivelazione!!

      Liked by 1 persona

        • Vedi? L’animo alla Twilght che hai nascosto anche tu, eh, eh! Pensa allo stupore di mia moglie che mi ha visto divertirmi al cinema guardando la saga di Twilght e poi sgranando gli occhi mi guardava come se fossi un’altra persona quando gli ho fatto vedere in Home Video “Martyrs” con lo stesso sorriso… Il bello del cinema è la varietà, come della musica, dei fumetti e della arti in genere…

          Liked by 1 persona

          • Che poi fa bene anche all’animo cambiare un po! Non si possono vedere sempre le stesse belle [o brutte] cose [certo, da Twilight a Martyrs è un bel salto 😀 ].
            Non saprei dire se ho un animo alla Twilight, ma per esempio ho un debole per Grey’s Anatomy cosa che forse dovrei nascondere ma mi sembra giusto rivelare un segreto per un segreto [e comunque sticazzi, Grey’s Anatomy è come una droga].

            Liked by 1 persona

            • Ah, ah! Visto che hai aperto l’armadio degli scheletri, sappi che la mastodontica Shonda ha catturato anche me e che, pur disprezzandolo, non mi perdo una puntata di quella vaccata di “Scandal“…

              Mi piace

  4. ‘mo mi metto a spammare in giro il liebster e dico a tutti i blogger di nominare te, kasabake.
    lo spettacolo di leggere le tue domande è qualcosa di superlativo: ne vogiio ancora ne voglio ancora ne voglio ancora
    Hai il coraggio di lasciar libera la fantasia, creando collegamenti e facendo salti senza timore alcuno. E in più non temi mai di esser prolisso: ti invidio questa virtù.

    Hai citato il commento di Interstellar. Caspita, io pensavo di averti scoperto col post sulle trasposizioni video di Holmes (ad oggi ancora il miglior post mai realizzato su questa piattaforma WP a livello planetario). E invece…
    Ho riletto il tuo pezzo: lo hai definito ruvido, ma a me pare solo bello e schietto, alla faccia dei solòni che popolano WP, il web e il mondo tutto.
    W Nolan, W il mainstream.
    E W le domande pazzoidi di kasabake

    Liked by 1 persona

    • Pensa che io non avrei potuto chiedere di meglio di questo: essermi divertito un mondo ad inventare le domande e poi a ritrovarmi un blogger come te che si complimenta con me per la fantasiosità delle trovate…
      No, davvero, mi sarei sentito presuntuoso ed anche ingenuo se avessi mirato a questo obiettivo… ed invece eccomi qua a leggere un commento come il tuo, che ti ripaga, non già per un sacrificio ma per una gioia!
      Ah! Sono momenti che valgono più dei soldi…
      Grazie di cuore di questo regalo, Lapi!

      Quel commento su “Interstellar” è la mia pietra angolare su cui ho costruito tutto il resto del blog e su cui continuo a modificare, correggere, aggiungere… quindi resta il mio inizio e lo devo a te.
      Poi, dopo, possiamo dirci tutto, cose belle, cose brutte, cose divertenti, tristi, blà, blà, ma l’inizio è quello. Punto.
      Buona notte, amico.

      Liked by 1 persona

  5. 01/10 – Lasagne o Tortellini? Lasagne.
    02/10 – Spaghetti alla Carbonara o Linguine allo Scoglio? Preferisco il fratello gemello della carbonara, ovvero gli spaghetti all’amatriciana.
    03/10 – Filetto alla Wellington o Fiorentina? Del filetto non riesco a sopportare nemmeno l’odore mentre cuoce, ma mi rimane indigesta anche la carne alta. Anche qui me la cavo con una terza risposta: braciole di maiale.
    04/10 – Aragosta lessata o Salmone affumicato? Salmone affumicato.
    05/10 – Pasta Frolla o Pasta Sablé? Pasta frolla.
    06/10 – Macarons o Meringhe? Meringhe.
    07/10 – Paris-Brest o Torta Saint Honoré? Saint Honoré.
    08/10 – Roquefort o Parmigiano Reggiano? Parmigiano Reggiano.
    09/10 – Tartufo sulle Tagliatelle o sulle uova al tegamino? Se escludiamo gli spaghetti all’amatriciana, detesto la pasta lunga (la gestisco male con la forchetta e mi fa la palla in bocca), quindi uova al tegamino.
    10/10 – French Toast o Croque Monsieur? Croque Monsieur.

    Non avete il tempo che aveva Butch Coolidge, il personaggio interpretato da Bruce Willis in “Pulp Fiction” (tanto non era lui che stavano violentando), ma avete la stessa scelta di armi che lui aveva nel negozio, prima di arrivare alla katana.
    Tre fottutissimi dobermann allevati a pane ed odio vi stanno correndo incontro ed in 30 secondi vi saranno addosso.
    Quale arma usate e come la usate?
    Non lesinate dettagli gore, per favore!
    Essendo un cinofilo, non credo che cercherei un’arma, né che mi ingegnerei su come usarla. Penserei piuttosto a come sfuggire all’attenzione dei cani.

    La Rowlings si fida di te, forse perché l’hai convinta con quel tuo racconto molto ai limiti del surreale, con protagonista una teen-ager aliena di 1500 anni, incinta di un terrestre appena adolescente, hacker disoccupato, nella Berlino dei nostri giorni (ma poi la storia si spostava in Asia) e che lei ha letto per caso dall’editore che te lo ha rifiutato come in una commedia sentimentale anni ’90 americana.
    Comunque lei si fida moltissimo delle tue capacità come scrittore/scrittrice e siccome sta per entrare nella setta degli adoratori dei carillon subsonici (percepibili solo con collane di fiori di Bach intorno al collo e sulle orecchie), che la terrà lontana in ritiro spirituale, ti affida il compito di scrivere il soggetto per il prequel al primo film di Harry Potter, in cui si dovrà parlare dell’ascesa del Signore Oscuro e della giovinezza dei genitori di Harry Potter e di altro che tu vorrai.
    Hai carta bianca per buttare già una sinossi veloce, qualcosa di terribilmente sintetico, con qualche accenno ai personaggi principali ed almeno la scelta della rosa ristretta del cast.
    Conosco troppo poco di Harry Potter per poter improvvisare il soggetto di quel prequel. Rimedio segnalandoti il canale Youtube di questa simpaticissima Potterhead: https://www.youtube.com/channel/UCPyVI_LkZ_1Vghw3cu0DLdQ.

    In una versione distopica di “Gone with the Wind (Via col Vento)” il Sud vince la guerra d’indipendenza contro il Nord perché il generale Robert Edward Lee ha ricevuto miracolosamente in dono dallo spazio una piattaforma gravitazionale piena zeppa di armi provenienti da una civiltà aliena, che dopo averci osservato, è scesa in campo schierandosi con gli schiavisti e Tara diventa un luogo di culto.
    Perché gli alieni lo hanno fatto?
    Cosa sperano di ottenere?
    Perché non ci hanno distrutti e basta?
    Lo facevano anche i persiani con i greci. Invece di attaccarli in blocco, aspettavano che si dividessero in fazioni, sostenevano quella più debole e poi, dopo averle fatto vincere la guerra, passavano all’incasso. E’ un modo per raggiungere ottimi risultati con il minimo sforzo e senza apparire come degli invasori.

    Da tempo circolava l’idea ed infine hanno deciso ad Hollywood di fare un film sulla serie Tv degli anni ’70 ed ‘80 “CHiPs”, ma, come già accaduto per “21 Jump Street” non sarà fedele: uno dei due agenti (quelli che nella fiction erano i characters di Jonathan A. Baker e Francis Poncherello) è donna e afro-americana, inoltre l’altro, l’uomo, ha problemi di droga e prende mazzette, ma piccole, niente di clamoroso.
    Nel film combattono contro dei criminali mutanti resi fortissimi dal liquame chimico velenosissimo rilasciato nella baia dall’industriale che paga mazzette al CHiPs corrotto.
    Come si intitolerà il film in lingua originale e con quale titolo sarà distribuito invece in Italia?
    In lingua originale Disaster Squad, con un doppio significato: i poliziotti sono un disastro, ma devono anche gestire e risolvere un disastro. In Italia, come spesso succede, si tenterà di agganciare il film ad una franchise di successo, sebbene il film non abbia niente a che vedere con essa. In questo senso, qualcosa di anche molto spudorato come Men in Black 4 non mi stupirebbe.

    Stallone è invidioso di Schwarzy e del suo Terminator redivivo, quindi mette in cantiere un nuovo Rocky, che questa volta però cambia sport: non più la boxe, ma per esigenze di… boh, vedi tu perché, deve cimentarsi in un altro sport (no “braccio di ferro” perché fa troppo “Over The Top”).
    In quale sport il nostro Balboa diventerà da nullità a campione massimo in poche settimane e perché?
    Ah, importantissimo…
    Adriana è stata investita da un camion ed è in coma vegetativo: che fa Balboa? Stacca la spina oppure la mantiene in vita artificialmente oppure cos’altro (la terza ipotesi esiste)?
    Rocky non può non cimentarsi nelle MMA. E ovviamente, non può non mantenere in vita Adriana.

    Come racconta lo sceneggiatore irlandese di comics Garth Ennis, Dio ha mollato tutto ed è andato via.
    Basta rotture, troppi casini, stop, ciao.
    In Paradiso c’è il caos e nessuno sa cosa fare, quindi decidi di andarlo a cercare (hai parlato con la tizia del Codice da Vinci, che è un erede della Maria Maddalena e del Cristo e quindi ne sa a tronchi e ti ha raccontato la cosa)
    Lo trovi.
    Dove lo hai trovato?
    Come lo convinci a tornare?
    Cosa accade?
    Sono troppo cattolico per rispondere a questa domanda.

    Hitler non è morto nel bunker come tutti pensano, ma è sopravvissuto fino ai nostri giorni.
    Però tu, senza volere, gli fai cadere il suo inalatore per l’asma in un tombino, mentre stavi cercando di aiutarlo a recuperare la spesa cadutagli quando scendeva dalla metro di superfice a Praga (tu eri in vacanza, lui boh!).
    Mentre muore (questa volta sul serio) ti porge la chiave del suo appartamento ed il suo portadocumenti (dove è riportato il suo alias) e gesticolando ti dice di fare qualcosa che non capisci.
    Mentre altri passanti cercano di soccorrerlo (invano, perché ti è spirato tra le braccia), tu ti allontani dalla folla, cerchi l’appartamento del tizio, apri ed entri e lì ti accorgi, da una serie di documenti e videoriprese (chi non ne conserva?), chi fosse realmente e capisci perché ti chiedeva in punto di morte di recarti a casa sua… cavoli, ci credo che lo volesse, eh!
    Perché? Cosa trovi e cosa voleva che facessi e soprattutto cosa farai?
    Troverei un sacco di fogli deliranti, in cui lui continuava a riversare il suo odio e rivelava di coltivare qualche velleità di tornare al potere. Sicuramente voleva che io portassi avanti questi suoi folli progetti, ma io mi limiterei a consegnare il tutto a qualche museo.

    Un tecnico del suono con competenze da genetista (ce ne sono a bizzeffe, vero?) ha creato l’Equalizzatore Totale, una macchina che non si limita a trasformare solo il suono che esce dalle casse acustiche, ma anche l’ascoltatore, adattando le sue cellule a fluttuare nell’aria insieme al suono, zampettando sopra gli accordi musicali e surfando sopra le onde sonore.
    Durante la prova finale dell’apparecchio, però, la camera acustica isolata in cui veniva fatto l’esperimento, viene spalancata dagli agenti di una squadra segreta pagata dal Pentagono, sospettando che qualcuno avesse costruito un’arma senza dire niente a loro (cattivi!).
    Cosa accade al soggetto del test all’atto dell’apertura della porta?
    Come procede la storia?
    Probabilmente svilupperebbe qualche superpotere legato all’udito, ma dubito che potremmo far procedere la storia come un film supereroistico: il super orecchio serve a poco quando devi affrontare un cattivone grosso come un armadio. Al massimo, potremmo fargli fare il tech sidekick di qualche supereroe.

    A furia di tamburellare lo stesso motivetto sul tavolino per giorni, settimane, mesi ed anni (eh, che palle, però!), le vostre mani sono penetrate in un’altra dimensione, parallela alla nostra e sfasata di pochissime vibrazioni (aldilà di ciò che questo significhi davvero) e la stanno influenzando!
    Gli abitanti di quella dimensione stanno morendo per colpa vostra e non sanno cosa fare!!
    E noi, che facciamo?
    Ma poi, perché li stiamo danneggiando?
    Non so perché li stiamo danneggiando, ma so quel che dobbiamo fare: rivolgersi a degli scienziati.

    Il Piccolo Buddha si è reincarnato di nuovo, ma questa volta lama Dorje per farlo, invece che tre bambini (come nel film di Bertolucci), ha scelto un’oca.
    Il problema è che se normalmente un’oca vivrebbe per 30 o anche 40 anni, il supplizio dell’ingrasso forzato per la produzione di paté la uccide normalmente dopo solo qualche mese di vita.
    Essendoti appena convertito/a al buddismo ed avendo saputo da lama Norbu della sfortunata reincarnazione, decidi di salvare l’Oca Buddha da morte certa, ma questa è già stata selezionata per un allevamento intensivo francese, con annesso centro di produzione.
    Hai poche settimane di tempo, quindi, per inventarti qualcosa che blocchi la produzione mondiale di Paté de foie gras, ma una semplice sensibilizzazione al problema animale non basterebbe e comunque, anche avessi il dono dell’assoluto convincimento, non faresti mai in tempo.
    Giungono in tuo aiuto Michelle Obama (folgorata dalle rivelazioni mistiche degli adepti di Oca lama Dorje mentre era in visita al suo monastero), gli agenti dei servizi in scorta a Michelle (non che siano utili, ma erano già sul posto…), Emma Watson (presente in rappresentanza dell’ONU), un hacker geniale che sa manovrare i codici di lancio delle navette spara-laser nascoste dentro alcuni dei satelliti geostazionari dedicati al calcolo del posizionamento GPS, il marmista della Madonna di Medjugorie (in vacanza presso altri misticismi), il capo ghost-writer di Stephen King (in fuga dalla schiavitù), la figlia di Murdock e Franc Roddam (autore televisivo creatore del format “MasterChef” e copulatore della Murdock).
    Come usi questo dream-team per risolvere il problema?
    Sicuramente non darei a tutti lo stesso compito, perché ciascuno ha un talento diverso e opera in un campo diverso. Cercherei di capire come ciascun talento può risultare fruttuoso per la mia causa, e a quel punto inizierei a distribuire i compiti.

    Grazie ancora per il premio! 🙂

    Liked by 1 persona

    • Mi sono appena finito di leggere le tue risposte e ribadisco quanto dettoti nel precedente commento sul fatto che sei davvero una bella persona, ma ora mi assale un dubbio: non vorrei che il mio spirito dissacrante e forse troppo goliardico possa in qualche modo aver offeso la tua sensibilità cattolica.
      Se questo è capitato, perdonami se puoi: sono un avido lettore di fumetti e come ben sai dai miei post sono anche “onnivoro”, privilegiando la cura con cui i prodotti artistici sono realizzati e questo mi porta ad essere molto imparziale nel giudizio sui contenuti, talvolta elegiaci e talaltra blasfemi, violenti, pornografici e persino istiganti all’odio.
      Per altro ammetto d non essere cattolico praticante e sarei davvero un ipocrita (questo davvero deprecabile) a negarlo, ma la mia volontà non era offensiva, ma solo ludica, credimi!
      E’ una forma di relativismo morale che, se mal veicolato, potrebbe essere frainteso ed è per questo che, ispirandomi alla graphic novel “Preacher” (scritta da Garth Ennis e pubblicata in volume unico anche in Italia), quindi con un riferimento bibliografico, che ho creato la domanda a cui tu avevi difficoltà a rispondere perché blasfema.
      Quindi ti chiedo nuovamente scusa per l’imbarazzo che posso aver creato in modo, credimi, assolutamente involontario e non aggressivo!
      Sono uno che si pone tanti dubbi ma sono anche un pacifista convinto e non aggredisco chi la pensa diversamente da me: sono legato con affetto al mio ingresso su WP, alle persone che ho conosciuto (che si stanno dimostrando più amici che blogger, come il nostro comune sodale Lapinsù) ed al tuo benvenuto, nel lontano Dicembre del 2014, quando ti piacque il mio blog appena nato e mi scrivesti per segnalarmi la tua recensione sul bellissimo “Noi siamo infinito” con la nostra Emma di fiducia.
      Perciò, diamoci virtualmente la mano, Wwayne!

      P.S. Ho adorato “Disaster Squad” ed ho trovato molto raffinato il terribilmente possibile “M.i.B. 4” per un distributore italiano!! Argh, potrebbe davvero accadere…

      Mi piace

      • Don’t worry kasabake, non mi sono offeso affatto! Al contrario, mi sono sentito lusingato per il commento sulla mia Disaster Squad. Se mai diventerò un regista, sarà il primo film che farò. Anzi, il secondo: prima vorrei dirigere un film con lo stesso soggetto di questo trailer parodia:

        Grazie ancora per tutto kasabake! 🙂

        Liked by 1 persona

        • Ah, ah, ah! Non lo conoscevo questo video! Sei uno youtube.surfer da paura, Wwayne!
          Felicissimo che non ti sia offeso, anche perché dovrai sopportare ancora tante “bordate” da uno scapestrato come me.
          Un abbraccio ed aspetto il tuo film…

          Liked by 1 persona

    • sugli spaghetti all’amatriciana:
      anni fa passai per Amatrice, comunello alle porte di Chieti dove ebbe origine la ricetta in oggetto. Andai in una locanda per pranzo e non potei trattenermi: ordinai i bucatini all’amtriciana.
      Con mio sommo stupore mi portarono un piatto coi bucatini, il guanciale ma non sugo di pomodoro. Scoprii quindi in quella circostanza che i buc all’amtric è un primo bianco, mentre io li avevo sempre mangiati rossi.
      Boh, magari ero io ad essere ignorante, ma sta cosa mi lasciò di sasso 😀

      Mi piace

      • Hai perfettamente ragione: quella che ti hanno portato è l’antenata dell’amatriciana, la cosiddetta gricia. Poi ci aggiunsero il pomodoro, e la ribattezzarono amatriciana. Io preferisco la versione moderna: detesto la pasta senza pomodoro, da lì la mia avversione per la carbonara. 🙂

        Liked by 1 persona

  6. Questo giro hai superato te stesso kasa… Le domande sono roba da fondere i cervelli (soprattutto quelli mono neurone come il mio) quindi sono felice di non essere capitato in questo turno di nominations perché giuro non avrei saputo rispondere 😀 … Tu però dal canto tuo rimani geniale… Mi divertiro a leggere le risposte degli amici blogger 😉 a proposito… Tortellini tutta la vita, rigorosamente di piccole, piccolissime dimensioni, fatti in casa, ed in brodo caldissimo di cappone 😉 un salutone

    Mi piace

        • Chainsaw come se piovesse… era assolutamente ovvio e sarei rimasto abbastanza stupito se tu non avessi selezionato quell’arma!
          Tra l’altro la bestia che ti attacca va rigorosamente divisa a metà fin tanto che è in volo… sia chiaro che non sono usati animali veri per girare la scena…. ma vuoi mettere la docciata di sangue che piove su Butch?
          Come ti dicevo a suo tempo, sto preparando per le prossime settimane un Kasa Shots dedicato a Tenebre e non posso non mostrare la scena in cui viene mozzata la mano con la pistola alla ex-moglie del Berlusca… che poi vernicia il muro con il moncherino sparasangue… ma ogni volta che ne parlo vengo equivocato… in realtà sono buono come il pane, sul serio, ma la gente non capisce lo splatter, quello vero, con il sangue a secchi ed i macellai della zona che fanno fuori le loro scorte di intestini e coratelle…

          Crossfit… geniale! La citerò senz’altro nel post che farò con le migliori risposte al questionario!!

          Mi piace

  7. Caro Kasabake, sono stato un po’ assente dagli schermi, perciò non ho potuto affrontare ancora la sfida delle tue formidabili domande. Lo farò presto. Paradossalmente, per me è uno scoglio assai più arduo trovare 10 blog con meno di 200 follower da nominare per il LIebster Award, dato che seguo pochissimi blog, quasi tutti con una discreta diffusione, dal momento che la maggioranza delle mie letture sono low tech: libri, insomma. Hai consigli per me sul come procedere?

    Liked by 1 persona

    • Ben ritrovato Dario!!
      Come ho detto anche agli altri blogger, quello delle “regole” da seguire per il Liebster Award è solo una traccia (un po’ come il codice dei pirati…) e la vera ed unica regola è il divertimento!!
      Normalmente chi è nominato si comporta nei seguenti 000 modi, tutti bellissimi ed accettati:

      1. Risponde alle domande con un commento al post di chi lo ha nominato, decidendo la lunghezza ed il tono della risposta come più gli aggrada e tanti saluti (questo è il più diffuso fra tutti, me compreso, quando mi è capitato la prima volta), magari giustamente introducendo un link per rimandare l’approfondimento di se stesso al proprio blog.

      2. Prepara un suo post sul proprio blog, in cui pubblica là le sue risposte e magari crea altre dieci domande per un nuovo gruppo di nominati, non necessariamente 10 (alcuni ne hanno nominati 2 o 3, perché giustamente non volevano che il numero li obbligasse a scelte “non sentite”).

      Il concetto è semplice: voglio giocare e rispondere, allora lo posso fare con un commento, se invece voglio anch’io creare alre domande, oltre che rispondere alle prime, allora devo fare un post sul mio blog.

      Quello che farai sarà comunque un bel gioco!

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...