Hellboy II: The Golden Army (2008)

Hellboy-II

Ci vorrà molto tempo o forse non accadrà davvero mai, prima che tutti gli spettatori si accorgano di quanto grande e geniale sia un artista come Guillermo del Toro: la sua abilità tecnica è pari solo al suo amore viscerale per la Settima Arte ed ogni suo film ha un senso del cinema, del movimento e della conoscenza dei vari generi che raramente si può riscontrare in altri cineasti: inoltre, tutto questo si accompagna ad una mente vulcanica in continua elaborazione di storie e soggetti (è proverbiale la sua incapacità a seguire un solo progetto alla volta, così come è oggetto di ironia anche il numero di sceneggiature rimaste irrealizzate per sua colpa), che in più occasioni lo ha reso oggetto di critiche feroci, ma la sua verve e la sua indipendenza riescono a farlo veleggiare ogni volta sopra i marosi dei conservatori, permettendogli anche di primeggiare sia nelle produzioni commerciali e fracassone (più adatte al pubblico statunitense), sia in quelle più intimiste ed autoriali, alternando così pellicole intrise di ottimismo e spensieratezza e guizzi di intelligente umorismo, ad altre più cupe e melanconiche, persino angoscianti, senza mai, in alcun caso, offendere lo spettatore, promettendo senza mantenere, ma regalando sempre spettacoli sopra la media degli altri film di genere.

Con un parallelismo non casuale con il film di Cameron T2, nemmeno due anni dopo aver incantato il mondo con la sua favola dark El laberinto del fauno, in cui aveva usato il linguaggio delle antiche fiabe per creare un parallelismo tra la violenza del fascismo spagnolo e la lotta tra luce ed ombra nel mondo magico (il tutto declinato attraverso gli occhi della pubertà), Del Toro ottiene la disponibilità economica per tornare sulla sua caratterizzazione filmica del personaggio nato dalle matite del comic artist Mike Mignola, il mezzo-demone Hellboy (il cui vero nome è Anung Un Rama), inizialmente evocato dai nazisti e diventato poi il loro più acerrimo nemico, accettando di collaborare con il B.P.R.D.(Bureau for Paranormal Research and Defense) del governo federale statunitense.

 

In strettissima collaborazione con il fumettista suo creatore, Del Toro in questo sequel riprese in mano il personaggio, amplificandone all’ossesso tutti gli aspetti visionari, introducendo nella storia un vero esercito di creature e mostri (nati dalla mente dello stesso regista messicano), ma soprattutto dipingendo con il colore dell’umorismo una trama che riesce ancora oggi a stupire proprio per la diversità di mood dal precedente capitolo e creando un seguito che anche in questo caso ha il valore della riscrittura e del riavvio del frachise, pur restando a livello di plot un netto seguito.

C’è anche qualcosa di cosmico (i riferimenti a Star Wars sono persino sfacciati, tanto che anche il compositore Danny Elfman cita a tratti la soundtrack storica di John Williams dei film di Lucas) nella trattazione dei personaggi, ma ciò che emerge su tutto è quel modo, incredibilmente umano e realistico, con cui Del Toro ha tratteggiato anatomie impossibili e descritto poteri sovrannaturali, di esseri che altrimenti sarebbero stati solo sterili creature fantastiche, mettendoli in scena in modo da farli apparire agli occhi dello spettatore ancor più umani degli stessi umani, come un mondo di mostri in cui la deformità ed il prestigio sono ribaltati, che è poi un tema costante di tutti i film del nostro artista, portata alla massima evoluzione possibile con il suo capolavoro The Shape of Water, talmente bello e compiuto da continuare paradossalmente ad essere frainteso dai più.


Hellboy II: The Golden Army“, USA, 2008
Regia: Guillermo del Toro
Soggetto e Sceneggiatura: Guillermo del Toro
dai personaggi creati dal comic artist Mike Mignola


 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...