A rose is a rose is a rose

“Una rosa è una rosa è una rosa“, diceva la poetessa Gertrude Stein nei versi di “Sacred Emily“, sapendo che essenza a parola sono due cose diverse ma alla fine, qualsiasi sia il loro nome, le cose restano le stesse.

Sette Personaggi a Cena a Casa di Kasabake

Alla fine ho distribuito gli inviti… Tutto è partito dal post “Gioca-cinema: invita a cena sette personaggi”, dell’amico e collega Lapinsù, a cui ho cominciato dapprima a rispondere timidamente, apprezzando ovviamente il bellissimo articolo e commentando poi un paio di volte (chi mi segue sa quanto sono logorroico…).

Help me, Obi-Wan. You’re my only hope!

Per il Venerdì appena trascorso, avevo programmato di pubblicare on-line il mio previsto post su “Sleepy Hollow”, completando quella sorta di cross-over, anche di recensioni, iniziato su questo blog proprio con l’omaggio all’incontro realmente avvenuto, tra i due team di detective della FOX, così diversi e così inconciliabili.

Maledetti vi amerò: le pecore e gli Opinion Leader

Questo post nasce da una necessità morale e filosofica, maturata da tempo (ne è testimonianza il mio stesso vecchio post su Hans Zimmer e Gustave Flaubert) e scatenata dalla lettura dall’articolo di Arpio83 sulla seconda stagione di True Detective: in quella sede, il nostro blogger se la prendeva con il patetico fenomeno dello spostamento in…

Liebster Award – Nuove Nomination, Nuovo Gioco!

Passano i mesi e spunta fuori di nuovo il “LIEBSTER AWARD”, iniziativa che, com’è noto, è nata con il preciso scopo di promuovere gratuitamente (con il solo passa-parola tra  blogger e follower) i siti nati da poco tempo: un sistema di diffusione che mira ossia a far conoscere, a nuovi possibili follower, blog meritevoli che…

Dal “Boomstick Award” al “Kasabake Thanx!”

Ieri mi è stato comunicato, da uno dei miei mentori nel piccolo grande mondo dei blogger, che avevo vinto un premio cazzutissimo, venendo segnalato da Lupo Cattivo come uno dei suoi sette blogger scelti per il Boomstick Award!! Per le info e le regole con cui si svolge il tutto, vi rimando al dettagliato post di Lupo…

Tim Cook: Proud To Be Gay

Terrorizzato, sono semplicemente terrorizzato dall’abominio mentale presente nei commenti dei lettori (in realtà dei non-lettori, perché si fermano al titolo, senza nemmeno leggere l’articolo nella sua interezza…) alla notizia del coming-out fatto dal CEO di Apple, Tim Cook.