Movie Music Main Themes: my Top 20

MyTop20-Best-Movie-Music-Theme-cover

Eccoci finalmente alla seconda ed ultima parte dell’articolo sulla mia personalissima classifica dei migliori temi musicali cinematografici di tutti i tempi!

Le regole che mi sono dato affinché un brano potesse essere presente nella chart (esposte nel mio lungo sproloquio nella prima parte dell’articolo Movie Music Main Themes: prologo) sono state semplici da fissare, ma, ahimè, molto meno per me da applicare:

1° Regola: i brani scelti devono essere ciascuno solo il Tema Musicale Principale di un film e non un pezzo qualsiasi, preso da una colonna sonora di proprio gradimento; ribadisco infatti che questa non è una classifica delle soundtrack che mi sono piaciute di più… magari una volta faremo anche quella!

2° Regola: i brani non possono essere delle canzoni (doloroso, ma spiegato precedentemente).

3° Regola: non possono essere presenti in classifica più di due brani dello stesso compositore

Queste regole valgono anche per chi tra voi volesse contruibuire a modificare o integrare questa classifica con proprie segnalazioni: infatti, con l’unica eccezione del primo classificato, sul quale mi sono dilungato con considerazioni personali, ho voluto appositamente lasciare ogni brano presente in classifica libero da qualsiasi mio commento o nota a margine proprio perché l’assenza delle mie parole potrà, se lo vorrete, essere riempita dai vostri commenti e suggerimenti.

Infine, ognuna delle posizioni è sempre accompagnata da una clip video, con il brano musicale originale abbinato ad immagini del film o del franchise a cui si riferisce: laddove simili clip erano già presenti nelle piattaforme di condivisione video online in forma congrua, mi sono limitato semplicemente a linkarle, mentre nei casi (non pochi!) in cui non vi fosse nulla presente, le ho create io stesso con un semplice lavoro di montaggio, usando materiale sempre preso dal web.

Bando alla ciance adesso e lasciamo subito il passo alla chart!


top-20-banner

20° PostoMax Steiner

Music Main Theme per Original Soundtrack di

Gone with the wind
Regia di Victor Fleming, USA, 1938
Sceneggiatura di Sidney Howard, dal romanzo di Margaret


19° PostoNino Rota

Music Main Theme per Original Soundtrack di

The Godfather
Regia di Francis Ford Coppola, USA, 1972
Sceneggiatura di Coppola, con Mario Puzo dal suo romanzo omonimo

qualcosa di memorabile, uno di quei brani che influenzano le future generazioni: tutti i film “di mafia” da li in poi presenteranno delle tracce direttamente imparentate con quella di Rota” – PizzaDog


18° Posto: – John Williams

Music Main Theme per Original Soundtrack di

Raiders of the Lost Ark
Regia di Steven Spielberg, USA, 1981
Soggetto di George Lucas e Philip Kaufman, Sceneggiatura di Lawrence Kasdan

Una composizione che ti fa salire subito al sangue un senso di avventura e di sfacciataggine! Non voglio dire che Indy non sarebbe lo stesso senza il suo tema musicale ma, hey, non ci metterei la mano sul fuoco…” – PizzaDog


17° Posto: Wojciech Kilar

Music Main Theme per Original Soundtrack di

Bram Stoker’s Dracula
Regia di Francis Ford Coppola, USA, 1992
Sceneggiatura di James V. Hart


16° Posto: Hans Zimmer

Music Main Theme per Original Soundtrack di

Sherlock Holmes
Regia di Guy Ritchie, GBR, USA, 2009
Sceneggiatura di A. Peckham, Simon Kinberg, L.Wigram e M.R. Johnson

Nonostante molti pezzi iconici, quella di Sherlok Holmes è una scelta perfetta, un gioco musicale perfetto per il personaggio e per l’epoca in cui è ambientato il film, un trip di note e strumenti musicali” – PizzaDog


15° Posto: Nino Rota

Music Main Theme per Original Soundtrack di

Amarcord
Regia di Federico Fellini, ITA, FRA, 1973
Sceneggiatura di Federico Fellini e Tonino Guerra


14° Posto: Bill Conti

Music Main Theme per Original Soundtrack di

Rocky
Regia di John G. Avildsen, USA, 1976
Sceneggiatura di Sylvester Stallone

Una potenza assoluta che però ha un retrogusto di strada, il sapore perfetto per un film [e un personaggio] come quelli di Stallone” – PizzaDog


13° Posto: Jerry Goldsmith

Music Main Theme per Original Soundtrack di

Star Trek: The Motion Picture
Regia di Robert Wise, USA, 1979
Sceneggiatura di Harold Livingston e Alan Dean Foster


12° Posto: Henry Mancini

Music Main Theme per Original Soundtrack di

The Pink Panther
Regia di Blake Edwards, USA, 1963
Sceneggiatura di Maurice Richlin e Blake Edwards


11° Posto: Maurice Jarre

Music Main Theme per Original Soundtrack di

Lawrence of Arabia
Regia di David Lean, GBR, 1962 (dal taccuino di Thomas Edward Lawrence)
Sceneggiatura di Robert Bolt e Michael Wilson


10° Posto: Ennio Morricone

Music Main Theme per Original Soundtrack di

C’era una volta in America
Regia di Sergio Leone,, USA, ITA, 1984
Sceneggiatura di Leone, Benvenuti, De Bernardi, Medioli, Arcalli, Ferrini


9° Posto: Francis Lai

Music Main Theme per Original Soundtrack di

Un homme et une femme
Regia di Claude Lelouch, FRA, 1966
Sceneggiatura di Pierre Uytterhoeven (Claude Lelouch)


8° Posto: Hans Zimmer e James Newton Howard

Music Main Theme per Original Soundtrack di

The Dark Knight
Regia di Christopher Nolan, GBR, USA, 2008
Sceneggiatura di Jonathan e Christopher Nolan e David S. Goyer


7° Posto: Vangelis

Music Main Theme per Original Soundtrack di

Blade Runner
Regia di Ridley Scott, USA, 1982
Sceneggiatura di Hampton Fancher e David Peoples


6° Posto: Michael Giacchino

Music Main Theme per Original Soundtrack di

Inside Out
Regia di Pete Docter, USA, 2015
Sceneggiatura di Pete Docter, Meg LeFauve, Josh Cooley

[un pezzo che] mi mette su le stesse emozioni provate durante il film: gioia e malinconia” – PizzaDog


5° Posto: Tom Tykwer, Johnny Klimek e Reinhold Heil

Music Main Theme per Original Soundtrack di

Cloud Atlas
Regia e Sceneggiatura di Lana e Lilly Wachowski e Tom Tykwer
USA e DEU, 2012

“Un ritornello che si ripete più e più volte ma non sempre in modo uguale…quale modo migliore di riassumere l’epopea temprale raccontata da Tykwer e dalle sorelle Wachowski?” – PizzaDog


4° Posto: John Williams 

Music Main Theme per Original Soundtrack di

Schindler’s List
Regia di Steven Spielberg, USA, 1993
Sceneggiatura di Steven Zaillian


3° Posto: Alan Silvestri

Music Main Theme per Original Soundtrack di

The Avengers
Regia di Joss Whedon, USA, 2012
Soggetto e Sceneggiatura di Joss Whedon e Zak Penn

Il pezzo perfetto per un film di supereroi e il fatto che sia stato scritto per il primo vero super gruppo di eroi del cinema è puro orgoglio nerdico!” – PizzaDog


2° Posto: Ryuichi Sakamoto

Music Main Theme per Original Soundtrack di

Merry Christmas, Mr. Lawrence
Regia di Nagisa Oshima, GBR, GPN, NZL, 1983
Sceneggiatura di Nagisa Oshima e Paul Mayersberg


1° Posto: Ennio Morricone

Music Main Theme per Original Soundtrack di

Nuovo Cinema Paradiso
Regia e Sceneggiatura di Giuseppe Tornatore
ITA, 1988

Mi emoziona per la verità la sintonia circa la tua numero uno che coincide con la mia […] in effetti sono tante le ragioni che mi legano a questa pellicola. Il finale è la summa della storia, un grande pezzo di cinema raccontato dal cinema, la più bella sequenza di sempre che senza la stupenda, romantica e melanconica musica di Morricone nulla avrebbe reso alle emozioni” – Fed

Per tutto il tempo in cui ho redatto questo post, selezionando i brani, arrangiando i filmati, non ho mai, in alcun momento, avuto la benché minima esitazione su chi dovesse essere il mio numero uno di questa personalissima Top 20…

Mentre, infatti, una folla agitatissima di brani, tutti bellissimi e tutti meritevoli di entrare nella chart, si spingevano l’un l’altro, rivendicando ciascuno per sé diritti di memoria collettiva o originalità o perfezione stilistica, tanto da confondermi le idee e farmi più volte cambiare idea fino alla stesura definitiva, questo pezzo di Morricone (a questo punto, per me, maestro indiscusso nella creazione di musiche per film) ha sempre volato sopra ogni altro: aldilà della sua bellezza indiscutibile, esso difatti rappresenta in modo completo il mio stesso rapporto con la settima arte!

Si, io sono proprio come quel personaggio che vediamo nelle scene finali, del capolavoro di Tornatore, che si commuove e che si agita sulla poltrona della sala di proiezione, come in preda ad un tormento… Io sono come lui, un tutt’uno con quello che vedo ed ascolto, rapito in un coinvolgimento che strugge ogni mio senso, piangendo, ridendo, arrabbiandomi, impaurendomi, rabbrividendo, godendo ed infine anche soffrendo insieme ai personaggi rappresentati sullo schermo.

Non sono ovviamente un regista o un uomo di cinema, ma quella scena e quella commozione sono la migliore rappresentazione possibile del mio reale e sincero rapporto con un film: a parole non potrei descriverlo meglio ed ogni volta che rivedo quella sequenza o l’intero film, mi sembra di potermi osservare dall’esterno e chi mi conosce bene, chi mi ha visto in sala durante la proiezione di un film, sa che è davvero così.

Prima di lasciare tutti voi, che avete resistito alla mia logorrea e state ancora leggendo, permettetimi un ultimo invito ed una ultima preghiera: divertitevi a raccontarmi le vostre scelte e preferenze, aggiungete per favore brani che io ho omesso e che per voi invece sono più meritevoli di quelli da me citati, ma, mi raccomando, fatelo restando in linea con i criteri da adottati, fate in modo ossia che anche i vostri siano temi musicali e non canzoni o soundtrack complete… altrimenti il gioco non vale!


Contributi Speciali di altri Blogger

N.B. Saranno pubblicati di seguito solo suggerimenti di reali Main Music Themes

Blogger contributore: Chezliza

Compositore: Trevor Jones

The Last of the Mohicans
Regia di Michael Mann, USA, 1992
Sceneggiatura di M. Mann, C. Crowe, J.L. Balderston, P. Perez e D. Moore
remake dell’omonimo film del 1936 di George B. Seitz
dall’omonimo romanzo storico del 1826 di James Fenimore Cooper

Quella che mi ha rubato l’anima” – Liza


Blogger contributore: Lapinsu

Compositore: Ennio Morricone

C’era una volta il West
Regia di Sergio Leone, ITA, USA, 1968
Sceneggiatura di Dario Argento, Bernardo Bertolucci, Sergio Leone, Sergio Donati

Compositore: John Williams

Superman
Regia di Richard Donner, USA, GBR, 1978
Sceneggiatura di M. Puzo, D. Newman, L. Newman, R. Benton, T. Mankiewicz

Compositore: Hans Zimmer

Man of Steel
Regia di Zack Snyder, USA, GBR, 2013
Sceneggiatura di David S. Goyer, Christopher Nolan

Compositore: Tom Holkenborg (aka Junkie XL)

Mad Max: Fury Road
Regia di George Miller, USA, 2015
Sceneggiatura di George Miller, Brendan McCarthy, Nico Lathouris


Blogger contributore: Fed

Compositore: Maurice Jarre

Doctor Živago
Regia di David Lean, GBR, USA, ITA, 1965
Sceneggiatura di Robert Bolt, dal romanzo di Pasternak

Compositore: Jack Nitzsche

One Flew Over the Cuckoo’s Nest
Regia di Miloš Forman, USA, 1975
Sceneggiatura di Bo Goldman e Lawrence Hauben, dal romanzo di Ken Kesey

Compositore: Ennio Morricone

The Mission
Regia di Roland Joffé, GBR, 1986
Sceneggiatura di Robert Bolt, David Puttnam

Compositore: Nicola Piovani

La vita è bella
Regia di Roberto Benigni, ITA, 1997
Sceneggiatura di Roberto Benigni, Vincenzo Cerami

Compositore: Trent Reznor & Atticus Ross

The Social Network
Regia di David Fincher, USA, 2010
Sceneggiatura di Aaron Sorkin e Ben Mezrich


Blogger contributore: Amulius

Compositore: Ennio Morricone

Giù la testa
Regia di Sergio Leone, ITA, ESP, USA, 1971
Sceneggiatura di Sergio Leone, Sergio Donati e Luciano Vincenzoni

Compositore: Hans Zimmer

Inception
Regia, soggetto e sceneggiatura di Christopher Nolan, USA, GBR, 2010

Compositore: James Horner

Braveheart
Regia di Mel Gibson, USA, 1995
Sceneggiatura di Randall Wallace

Compositore: Hans Zimmer

Pirates of the Caribbean: At World’s End
Regia di Gore Verbinski, USA, 2007
Sceneggiatura di Ted Elliott e Terry Rossio


Blogger contributore: PizzaDog

15° Posto: James Horner

An American Tail
Regia di Don Bluth, USA, 1986
Sceneggiatura di D. Kirschner, J. Freudberg, T. Geiss

Gioiellino d’animazione spesso dimenticato e il suo tema musicale a dir poco evocativo per la trama del film” – PizzaDog

14° Posto: Thomas Newman

The Green Mile
Regia e Sceneggiatura di Frank Darabont, USA, 1999
dal romanzo ominimo di Stephen King

Un tema che mi emoziona ogni volta che lo sento, esattamente come il film” – PizzaDog

13° Posto: Randy Edelman

Dragonheart
Regia di Rob Cohen, USA, GBR, SVK, 1996
sceneggiatura di Patrick Read Johnson e Charles Edward Pogue

Pezzo stra-famosissimo, talmente usato che spesso ci si dimentica di associarlo al bel film di Rob Cohen: a un certo punto è stato preso come “pezzo” ufficiale per ogni promo della Universal” – PizzaDog

12° Posto: James Horner

Titanic
Regia, soggetto e sceneggiatura di James Cameron, USA, 1997

Spero non sia una scelta troppo scontata/smielata, ma per me questo è un tema magnifico che accompagna e ben si sposa con le immagini dell’opera di Cameron. Quando penso al Titanic, mi ritornano in testa questi suoni, altro che Celin Dion” – PizzaDog

11° Posto: Alan Silvestri

Back to the Future
Regia di Robert Zemeckis, USA, 1985
sceneggiatura di Robert Zemeckis, Bob Gale

Senza nulla togliere ai film precedenti, qui inizia la vera parata di pezzi memorabili e colonne portanti della storia del cinema” – PizzaDog

10° Posto: Michael Giacchino

The Incredibles
Regia, soggetto e sceneggiatura di Brad Bird, USA, 2004

Fan Marvel e DC che litigano per decidere quale sia il miglior film supereroistico in circolazione quando Brad Bird, zitto zitto, ha già tirato fuori nel 2004 il film perfetto: divertente, emozionante, citazionista, retrò, rispettoso, originale e con la colonna sonora PERFETTA!” – PizzaDog

9° Posto: Tom Holkenborg (aka Junkie XL)

Mad Max: Fury Road
Regia di George Miller, USA, 2015
Sceneggiatura di George Miller, Brendan McCarthy, Nico Lathouris

La colona sonora di quel pazzo di Junkie XL, contribuiscono a rendere questo film irraggiungibile. Gli altri possono solo mangiare la polvere!” – PizzaDog

8° Posto: Hans Zimmer

Man of Steel
Regia di Zack Snyder, USA, GBR, 2013
Sceneggiatura di David S. Goyer, Christopher Nolan

Chi avrebbe mai pensato che il Superman di Donner sarebbe diventato un ingombrante problema per le future produzioni? Scoronare quel film non è per un cazzo facile e uno dei tanti elementi difficili da superare è proprio la main theme, quell’ovazione di supereroismo a cura di John Williams con cui il povero grande Zimmer si è dovuto confrontare. Ma quanto uno è bravo è bravo, e questo trionfo di violini e percussioni ne sono una grande prova” – PizzaDog

7° Posto: David Holmes

Ocean’s Twelve
Regia di Steven Soderbergh, USA, 2004
Sceneggiatura di George Nolfi

Questo pezzo un po’ soul, un po’ funky [come tutto il resto della colonna sonora], è quanto mai PERFETTO per l’atmosfera e il carattere di questi ladri gentiluomini” – PizzaDog

6° Posto: John Ottman

X2
Regia di Bryan Singer, USA, 2003
Sceneggiatura di Z. Penn, D. Hayter, B. Singer e M. Dougherty, D. Harris

[In questo pezzo] c’è tutto! La meraviglia, il supereroismo, la mutazione, il conflitto, l’epicità! Quando la sento mi sento anch’io un X-men. Ecco. L’ho detto!” – PizzaDog

5° Posto: Hans Zimmer

Inception
Regia, soggetto e sceneggiatura di Christopher Nolan, USA, GBR, 2010

Proprio come il tema di Cloud Atlas riproponeva il tema delle vite che si ripetono nel tempo, allo stesso modo Time riprende il concetto che sta alla base dei “sogni dentro ai sogni”, riproponendo lo stesso ritornello più e più volte ma arricchendolo di volta in volta di nuovi strumenti ad ogni passaggio di livello, proprio come accade ai protagonisti del film che scendono sempre più in profondità nell’inconscio di Cillian Murphy.
Ma che Zimmer sia un genio credo che l’abbiamo già detto” – PizzaDog

4° Posto: Klaus Badelt (forse Hans Zimmer)

Pirates of the Caribbean: The Curse of the Black Pearl
Regia di Gore Verbinski, USA, 2003
Sceneggiatura di Ted Elliott e Terry Rossio

Uno dei pezzi più iconici del nuovo millennio, una corsa di violini, violoncelli e chissà quale altro strumento a corda, che ti fa salire un gaso e una voglia di avventura che riesce difficile star fermi non appena la ascolti!” – PizzaDog

3° Posto: John Williams

Superman
Regia di Richard Donner, USA, GBR, 1978
Sceneggiatura di M. Puzo, D. Newman, L. Newman, R. Benton, T. Mankiewicz

Il più grande compositore di Hollywood che cerca di ricreare in musica il più grande super eroe del mondo. E ce la fa! Dio mio se ce la fa!” – PizzaDog

2° Posto: Michael Giacchino

Up
Regia di Pete Docter e Bob Peterson, USA, 2009
Sceneggiatura di Pete Docter, Bob Peterson, Tom McCarthy

Questo è un brano che si potrebbe suonare con solo qualche tasto di piano e continuerebbe ad avere una forza emotiva fuori dal normale, tale da prenderti il cuore e fartelo sciogliere dalla mole di sentimenti che non riesce a gestire. Prova è che, a inizio film, con solo qualche nota [riproposta con vari strumenti, ma il ritornello sempre quello è] sono riusciti a raccontare l’intera storia di due coniugi tanto innamorati quanto sfortunati. Niente parole, solo immagini accompagnate da questo splendido tema.
Se la Pixar avesse una colonna sonora, sarebbe questa. Senza dubbi” – PizzaDog

1° Posto: John Williams

Jurassic Park
Regia di Steven Spielberg, USA, 1993
Sceneggiatura di David Koepp e Michael Crichton, dal suo romanzo omonimo

Ormai associo questo tema ai dinosauri di Spielberg…ma che dico? Associo questo tema ai Dinosauri in generale! Trombe, corna e tromboni con vibrazioni di grossi tamburi (a fare da pachidermici passi di lucertoloni estinti) sono per me la colonna sonora di ogni Dinosauro!” – PizzaDog


 

Annunci

29 pensieri su “Movie Music Main Themes: my Top 20

    • Bravissima Liza, hai capito le regole ed hai scelto un magnifico main theme! Infatti il brano specifico da te selezionato e composto a suo tempo dal grande Trevor Jones per il filmone di Michael Mann “The Last of the Mohicans“, lo si ritrova in vari momenti della soundtrack, riarrangiato ed eseguito anche in versione estesa.
      Che ne pensi degli altri brani, sono meritevoli?

      Liked by 1 persona

      • Amo tutta questa colonna sonora sara’ che ho un’amica violinista che conosce ogni brano e quando suona e’ una emozione potentissima.
        Soprattutto the Kiss e Promentory.
        Ma c’e’ anche quella de La leggenda degli uomini straordinari sempre di Jones che mi piace moltissimo. 😊

        Mi piace

        • Che bella persona che sei, Liza e che fine intenditrice… pochi infatti sanno che l’aspetto sinfonico della colonna sonora del film e le influenze scozzesi (da cui il violino da te citato) sono state fortemente volute proprio da Trevor Jones che è riuscito ad imporre al produttore la sua idea, contro quello del regista Mann che avrebbe voluto una colonna sonora di sola musica elettronica…
          Inoltre, se è vero che tutta la soundtrack porta i nomi di due artisti, Trevor Jones and Randy Edelman, va specificato che a Jones di devono tutti i primi 9 brani (tra cui le tue preferite “The Kiss” e “Promentory”), mentre sono di Edelman solo quelli dalla 10 alla 15.

          Mi piace

  1. L’importanza della musica nei film è spesso sottovalutata. Certo, se un film è ad un livello stratosferico può fare tranquillamente a meno di una buona colonna sonora; tuttavia, quando un film oscilla tra le 2 e le 3 stelle (e succede molto spesso), proprio il fatto di essere costellato di tante ottime canzoni qua e là può fare una grossa differenza. E anche se il film è valido di per sé, un po’ di buona musica dà comunque una marcia in più: il tuo post lo ha messo in rilievo con grande efficacia.
    Riguardo alla tua classifica, vorrei soffermarmi in particolare su Nuovo Cinema Paradiso, perché ci fa capire in modo molto chiaro che spesso i film più belli sono anche i più semplici. Se penso ai film più belli che abbia visto in vita mia, mi rendo conto che nessuno di essi aveva una trama intricata, delle inquadrature cervellotiche o altre trovate finto – geniali tipiche dei film d’autore: al contrario, erano tutti film che raccontavano una storia in modo umile, e soprattutto vero. Perché anche le storie inventate, se ci metti dentro le tue emozioni, le tue esperienze e i tuoi valori, finiscono per diventare vita vissuta. Nuovo Cinema Paradiso è un esempio perfetto: la storia è inventata, ma è evidente che il regista ci ha messo dentro se stesso, e quindi è un film vero. E’ questo, oltre alla sua semplicità e alla sua intelligenza, che l’ha fatto entrare nel cuore della gente.
    Rimanendo in tema di musicisti, vale lo stesso discorso per l’apparizione di Ezio Bosso a Sanremo 2016: piacque alla gente non soltanto per la forza e la gioia di vivere che ha dimostrato nella malattia, ma anche perché chi lo vide capì che stava assistendo ad un momento vero, che Ezio Bosso era se stesso, e non aveva indossato una maschera perché era a Sanremo.
    Tornando a Tornatore (gioco di parole assolutamente non voluto), di lui apprezzo anche il fatto che non rifaccia mai lo stesso film. Se guardi La migliore offerta, non sospetteresti mai che il regista sia lo stesso di Nuovo Cinema Paradiso, perché lui ha cercato di reinventarsi, anziché rimasticare sempre il solito canovaccio. In un panorama cinematografico pieno di sequel, prequel, remake, reboot e tutti gli altri termini inventati per indicare le minestre riscaldate, un autore come lui è davvero una boccata d’aria fresca.
    P.S.: Ci ho pensato meglio: nella lista dei film più belli che abbia visto in vita mia 2 titoli dalla trama intricata ci sono. Alludo a Third person e American Hustle, citati in ordine decrescente di bellezza. Magari se ci penso un po’ mi vengono in mente altri titoli ancora. 🙂

    Liked by 1 persona

    • Si, hai proprio ragione Wwayne: l’importanza della musica in un film è spesso sottovalutata…

      Come avrai notato, io nel mio post, soprattutto nel prologo pubblicato la volta scorsa, insisto moltissimo su questo punto, perché sono davvero molteplici i modi in cui la musica si può accordare alle immagini di un film, in quanto al cinema avviene un processo inverso a quello con cui sono pensati e prodotti i video-clip musicali: laddove infatti un regista ed uno staff di creativi studia le riprese ed il montaggio più efficaci per esaltare un brano, al cinema è esattamente l’opposto, perché il compositore e l’arrangiatore devono letteralmente “doppiare” le scene con il loro commento e non parlo solo dei violini che si scatenano come impazziti in una scena di combattimento carica di tensione o i tamburi che cominciano a ritmare una corsa o un inseguimento tra automobili, ma parlo anche delle sinfonie che lentamente introducono un personaggio, che lo seguono da vicino mentre si allontana soffrendo o che anticipano un’idea folgorante che gli sta per venire in mente… insomma lo spettatore con la musica respira le stesse emozioni e gli stessi pensieri dei characters che vede nello schermo, in mille modo diversi!

      Parlando invece di Tornatore, ho con lui un rapporto altalenante, poiché alcuni dei film che ha fatto sono tra le cose più belle che ho visto al cinema (ne è testimonianza il primo posto concesso nella mia classifica dei più bei music main themes), altri invece non li ho apprezzate perché mi è sembrato si fosse perso in alcune leccature eccessivamente partenopee ed un po’ barocche (è uno straordinario artigiano di cinema, con una consapevolezza di dove porre la macchina da presa come pochi suoi colleghi hanno): penso che nessuno abbia bisogno di ricordare lo straordinario “La leggenda del pianista sull’oceano” (con un immenso Pruitt Taylor Vince, caratterista che amo particolarmente), ma i miei preferiti restano “Una pura formalità” (coraggiosamente girato quasi totalmente in un commissariato di polizia) e l’impeccabile “La migliore offerta“, fotografato meravigliosamente e forte di un titano attoriale come Geoffrey Rush.

      Grazie dei tuoi commenti sempre ricchi di spunti, Wwayne, anche se sarei curioso di sapere quale dei tantissimi Music Main Theme da me non inseriti in classifica sarebbe per te invece stato più onorevole aggiungere!

      P.S. Mi piace continuare una tradizione di scambi di video musicali, salutandoti con questo vecchio video della Francesca Michelein, artista che apprezzo particolarmente anche nelle sue recentissime produzioni (Vulcano è trascinante!)

      Mi piace

      • Francesca Michielin è senza dubbio una stella emergente. Tra l’altro anch’io come te ho dei cantanti italiani che seguo con particolare affetto: escludendo quelli che sono in attività da decenni e quindi non hanno bisogno della mia pubblicità, ti segnalo Giuliano Palma, Nina Zilli e Lodovica Comello, 3 artisti di assoluto livello che a mio giudizio hanno tutto per fare la storia della musica italiana.
        Riguardo alle tue esclusioni eccellenti, me ne viene in mente solo una: Il gladiatore. Forse potrei aggiungere anche La signora in rosso, perché è uno dei rarissimi casi in cui una canzone della colonna sonora (I just called to say I love you) è diventata più famosa del film stesso.
        Allungo anche la lista dei film intricati – ma – comunque – bellissimi citando Pulp Fiction. Davvero non so come ha fatto a venirmi in mente dopo rispetto a titoli come Third person e American Hustle: sono film bellissimi, per carità, ma non hanno in sé quella scintilla di genialità che invece in Pulp Fiction brilla luminosa dal primo all’ultimo minuto. Grazie a te per la risposta! 🙂

        Liked by 1 persona

        • Adoro la Zilli, cantante preparatissima e musicista di eccellenza che ha saputo coniugare l’alttimenti elitaria provenienza jazz con il pop più immediato e popolare.
          La Comello l’apprezzavo già quando era solo una voce del mondo Disney Italia e poi l’ho apprezzata come volto televisivo sincero e preparato nei programmi Sky…
          Sui film intricato ci sarebbe da disquisire ore, ma resta sempre una grande cartina tornasole: se hai cose da raccontare ed hai l’abilità per tenere avvinto lo spettatore durante i tanti passaggi narrativi e le svolte della trama, allora può essere intricato finché vuoi (vedi Tarantino ed i suoi plot mai banali), se invece nascondi la pochezza delle tue idee e del tuo modo di narrarle dietro un finto spessore, allora sei solo un fanafarone vanaglorioso che si masturba a spese degli spettatori e dei critici…

          Mi piace

          • Parole sante! Riguardo alla Comello, hai centrato il punto: mi piace anche perché è una persona vera, e come avrai intuito dal mio precedente commento la sincerità è un valore che apprezzo moltissimo. Lo apprezzo doppiamente quando la trovo nel mondo dello spettacolo, dove spesso le persone sono false come una banconota da 3 euro.
            Aggiungo anche che le sono molto grato per aver scritto “Ci vediamo quando è buio”, una canzone che ascolto sempre nei miei momenti peggiori: mi infonde una grandissima calma, e quindi mi fa sentire meno triste. La posto qui, nella speranza che faccia lo stesso effetto anche a te:

            Liked by 1 persona

  2. Diversamente dal solito (e seguendo il tuo stesso esempio nel post dove hai ridotto all’osso le parole preferendo far parlare la musica), mi limiterò a inserire solo estratti di colonne sonore assenti nella tua classifica ma per me bellissimi e meritevoli.
    Buon ascolto (spero).

    Ennio Morricone
    C’era una volta il West

    John Williams
    Superman

    Hans Zimmer
    Man of Steel

    Franco Micalizzi (compositore) ed
    Annibale e i Cantori Moderni

    Lo chiamavano Trinità

    Tom Holkenborg (aka Junkie XL)
    Mad Max: Fury Road

    Liked by 1 persona

    • Ah! Carissimo Lapinsu… hai messo sul tavolo delle bellissime carte, delle quali una ha rischiato di entrare anche nella mia Top 20, ma alla fine è rimasta fuori perché lo stesso compositore era già stato premiato da me con due posti!
      Parlo di Morricone, sia chiaro!

      La canzone meravigliosa di Micalizzi, invece, merita un discorso a parte: già bella di suo e già importante per la storia del nostro cinema e per lo specifico genere spaghetti western, si sa che ha ricevuto poi fama planetaria grazie a Tarantino e all’uso che ne ha fatto usandola nella colonna sonora di Django Unchained…
      Tuttavia è una canzone e non un tema musicale principale, per cui non potrò inserirla tra i contributi dei blogger a margine della mia chat, come invece accadrà agli altri temi musicali da te suggeriti…

      Liked by 1 persona

  3. P.S. Anche se nessuno dei due seguenti pezzi musicali da “Altrimenti ci arrabbiamo” rientra nei canoni della tua classifica, te li sottolineo ugualmente: il primo perché ce l’ho persino come suoneria di whatsapp ed il secondo perché è una delle scene in assoluto a cui sono più affezionato ed in più perché penso sia anche uno dei migliori esempi di musica per il cinema usata per creare un effetto comico:

    Oliver Onions
    Altrimenti ci arrabbiamo

    Altrimenti ci arrabbiamo
    Scena del Coro dei Pompieri

    Liked by 1 persona

  4. Un grande lavoro kasa, come sempre, hai riunito insieme splendidi main themes. Mi emoziona per la verità la sintonia circa la tua numero uno che coincide con la mia numero uno. “Nuovo Cinema Paradiso” in effetti sono tante le ragioni che mi legano a questa pellicola. Il finale è la summa della storia, un grande pezzo di cinema raccontato dal cinema, la più bella sequenza di sempre che senza la stupenda, romantica e melanconica musica di Morricone nulla avrebbe reso alle emozioni.
    Non sarai un regista kasa (se lo dici tu ok!), ma la passione, la conoscenza e la competenza di cui ogni volta ci omaggi mi fanno dire: hai voglia se sei un uomo di cinema …. e aggiungo: non serve una mostrina per essere un uomo d’onore (D. Kaffee) ;-).
    Per venire al resto invece posso dire che le classifiche sono belle perché ognuno ha la sua e io non sono da meno e forse, almeno per me, venti non bastano.
    Per non tediarti, mi limito alla mia top five tra le escluse, e precisamente:
    Breakfast at Tiffany’s (1961) – “Moon River” di H. Mancini
    Doctor Živago (1965) – “Lara’s Theme” di M. Jarre
    One Flew Over the Cuckoo’s Nest (1975) – “Op. & Cl. Theme” di J. Nitzsche
    The Mission (1986) – “Gabriel’s Oboe” di E. Morricone
    La vita è bella (1997) – “La vita è bella” di N. Piovani
    scusa ma non ne ho potuto fare a meno … bonus main theme:
    The Social Network (2010) – “Hand Covers Bruise” di Reznor-Ross
    Come noterai le ho elencate in stretto ordine temporale, non come si dice “per non far torto a nessuno” ma semplicemente per non far torto a me stesso.
    Ad maiora!

    Liked by 1 persona

    • Aaaah, Fed!… Fed, Fed, Fed…” comincia a mormorare a bassa voce uno di quei personaggi cattivi, corpulenti e ben vestiti, tipici di certi polizieschi statunitensi, mentre gira intorno alla sedia in cui tu sei legato.
      La stanza è in penombra, illuminata solo da una lampada al centro, stile tavolo da biliardo, che disegna ombre nettissime ed un cono di luce in cui ogni tanto il tuo aguzzino si affaccia, per sorriderti perfidamente, mentre tu sudi e lo guardi terrorizzato.
      Pensavi che non ci fossimo accorti che avevi inserito nel tuo elenco di temi musicali una canzone, Fed? E non una qualsiasi, ma una ballata leggendaria! Magari proprio nella versione originale, cantata da quell’angelo paradisiaco della Hepburn, eh?
      Tu non rispondi, perché non hai niente da dire, perché sei imbavagliato e perché stai pensando solo al colpo che ti potrà arrivare in viso o nello stomaco da un momento all’altro: sai che accadrà e sai che non puoi fare nulla per evitarlo.
      Maurice Jarre! Avevamo il sospetto che ti saresti potuto intrufolare in casa di Kasabake e spiare i suoi appunti… ed è così che devi aver visto che il tema musicale del Doctor Zivago era già presente nella sua classifica…fino a due giorni prima della pubblicazione… poi un cambiamento dell’ultimo momento… ma tu questo particolare non potevi saperlo, Fed…
      Quella massa enorme di carne, inguainata dentro un blazer blu ti stava ora dando le spalle, forse per prendere la rincorsa prima di colpirti.
      Nicola Piovani è stato un colpo di genio, te ne do atto… forse musicalmente il brano più vicino al Morricone del millennio scorso, quello dei capolavori…
      Parlava con calma, come un docente di letteratura che sta analizzando la tesi di un suo studente e non come ti aspettavi che avrebbe parlato un capo-mafia.
      Poi la sua voce ha come un fremito, un’esitazione: “Kasabake aveva anche inserito un brano di Atticus Ross, artista che ama, nella primissima stesura della sua chart… Movements… il main theme di Blackhat, film di cui, però, aveva già parlato fin troppo, pur avendolo apprezzato assai… Quindi l’aveva poi sostituito con un altro pezzo…
      Non è vero nulla di quello che il gangster ti sta dicendo: tu avevi voluto semplicemente commentare un post di Kasabake che ti era piaciuto e poi il resto era accaduto quasi senza significato, dalla botta in testa appena uscito di casa, al tuo rapimento inspiegabile ed infine a quel surreale interrogatorio…
      Poi, di colpo, capisci tutto e mentre una lama di rasoio, in modo assolutamente inaspettato, ti taglia il collo, vedi il quadro completo della situazione, ma è troppo tardi.
      Sorridi mentre perdi conoscenza, perché hai sempre odiato i selfie, ma la faccia indescrivibile del tuo assassino che si scatta una foto con il cellulare, appoggiato alla tua spalla, mentre la tua maglietta si sta inzuppando di sangue, sarebbe stata un gran scatto!

      Perdonami, Fed, questo delirio, ma se ho osato è solo per eccesso di affetto…

      Liked by 1 persona

      • ah ah ah!!! Great kasa!!! Nulla ho da dire perché mi hai incastrato al primo colpo .. non lo sapevo, dunque “io non c’entro” o forse ho copiato male i tuoi appunti … diciamolo, a casa tua è troppo buio!!
        E io che pensavo fosse acqua … e invece era il mio sangue … che fine!!! 😉

        p.s. a proposito di The Last of the Mohicans (brano immenso) guarda cosa si riesce a fare con un “grande violino”

        Liked by 1 persona

  5. Interessante, come sempre. Non sono intervenuto in modo “serio” e per ora non lo farò, solo per scarsità di tempo. Dannazione come mi manca il tempo. Dovendo riprendere in mano 5 anni interi di lavoro, e dovendo farlo in due mesi, sono veramente a corto di risorse e tempo.
    Quindi? Quindi ritornerò su questa pagina, cercando di dare il mio contributo con una risposta concreta alla domanda: quali colonne sonore hanno cambiato il mio modo di vedere il cinema! Non le più belle, quindi, le più significative nella mia testolina di spettatore.

    Nel frattempo, applausi al Supremo Kasa

    Liked by 1 persona

    • Sto cercando di scrivere una cosa per te, seguendo la regola del poeta Saroyan “La migliore risposta alla tomba di un bambino e sdraiarsi a fianco e giocare a fare il morto”.
      Quindi, seguendo una logica non-cartesiana, sto provando a scrivere una risposta ad una domanda che non mi hai posto e la metterò sotto al tuo articolo meta-letterario dedicato allo splatter (che strano fato accomuna Peter Jackson al gore ed al Fantasy, a Guerinoni ed alla musica metal… tutto unito come la stessa nota emessa da diversi diapason…).

      Liked by 1 persona

  6. Nella mia personale classifica c’è sempre il leggendario Ennio Morricone ma con C’era Una Volta in America stavolta in cima al podio.
    Subito dopo sempre Ennio Morricone con la splendida colonna sonora di Giù la Testa.
    Al mio terzo posto metterei il tema di Inception del maestro Hans Zimmer.
    Contentissimo di non essere il solo ad essere fissato con le colonne sonore che spesso mi ritrovo ad ascoltare durante la giornata.
    E non dimentichiamoci quella di Braveheart, di James Horner, non sarà la più bella in assoluto ma ogni volta che la sento non posso che pensare di tingermi di blu la faccia e inveire contro il potere inglese!
    Sempre del mitico Zimmer mi è rimasta impressa la colonna sonora Pirates of the Caribbean At World’s End.

    Liked by 1 persona

    • Grazie moltissimo per il tuo commento, Amulius!
      Leggerti è stata davvero una piacevolissima sorpresa per svariati motivi: primo perché il mio blog è un luogo abbastanza ostile, dove chiacchiero in libertà assoluta con blogger amici ed appassionatissimi di cinema e letteratura, senza fare post acchiappa-like e che come tale difficilmente cattura nuovi lettori; secondo perché nella tua risposta, nella tua prosa e nelle tue osservazioni ho notato una grande somiglianza di gusti (confermata anche dalla lettura, per ora veloce, degli articoli che tu hai scritto sul tuo sito).
      Diventerò di certo tuo follower ed appena avrò modo mi permetterò di dire presuntuosamente la mia in alcuni post.

      Passando, invece, alle cose che dici, ovviamente sottoscrivo le tue scelte: Morricone e Zimmer sono infatti gli unici, assieme a Williams, a condividere con Zimmer un doppio posto nella mia personalissima Top 20!
      Mi sono rivisto nella tua affermazione, quando dici che spesso ascolti colonne sonore durante il giorno: amo farlo anch’io ed amo rivedere nella mia memoria le scene che quelle musiche mi rievocano…
      Per questo, sarebbe stato più facile per me elencare le tantissime soundtrack cinematografiche che sono divenute con il tempo colonne sonore di vita quotidiana, ma lo scopo della mia chart non era parlare delle soundtrack, ma del concetto più mainstream del music main theme, spesso assente per scelta stilistica del compositore (come ad esempio capita con tutti i film di Michael Mann o di Fincher).
      Zimmer, Zimmer… un portentoso artista che tuttavia mi è capitato spesso di dover difendere sul web dalle accuse di chi lo dipingeva come sempre uguale a se stesso… molti non capiscono che la sua grandezza sta proprio nella capacita di costruire sinfonie avvolgenti costruite attorno a nuclei di poche note che creano il motivo portante ed elevando la ricerca stilistica e timbrica, che fa ogni volta, a vera colonna sonora, tanto che a volte la sua musica diviene quasi ambientale, non quanto lo sono i tappeti sonori di Atticus Ross, ma comunque così persistente da divenire ossessiva, con refrain ed accordi che si legano così strettamente alle sequenze filmiche da farti fantasticare che quelle sonorità fossero sul set stesso!
      Ora fermo la mia logorrea e ti saluto!
      A presto, Amulius!!

      Mi piace

  7. Spezzerò in due il mio commento al tuo post, perché non posso parlare delle tue magnifiche scelte e proporti la mia classifica nello stesso tempo! C’è troppo da dire e per redarre la mia top 10 ci vuole tempo per meditare 🙂

    Che dire sulla tua classifica? Bhè in realtà c’è poco da dire! Benché non coincida con la mia o con quella di altri [arrivati a una soglia qualitativa così elevata, ad un certo punto devono subentrare i gusti] la tua è una classifica INTOCCABILE fatta di temi iconici e veri e propri capolavori!

    Il tema de “Il Parino” è qualcosa di memorabile, uno di quei brani che influenzano le future generazioni [tutti i film “di mafia” da li in poi presenteranno delle tracce direttamente imparentate con quella di Rota].

    Credo che scegliere al massimo due tracce tra quelle create da John Williams [a livello storico e pop culturale, probabilmente il compositore che più ha influenzato il cinema dagli anni ’70 in poi, fino ad arrivare al nuovo millennio] sia stata una delle imprese più difficili durante la stesura di questa classifica, ma Indiana Jones? Cazzo che pezzo! Una composizione che ti fa salire subito al sangue un senso di avventura e di sfacciataggine! Non voglio dire che Indi non sarebbe lo stesso senza il suo tema musicale ma, hey, non ci metterei la mano sul fuoco…

    E che dire di Zimmer? A livello pop lo possiamo definire il John Williams del nuovo millennio [non che Williams abbia bisogno di eredi, dato che si dà ancora da fare e sforna soundtrack iconiche alla veneranda età di 80 e passa anni XD]? Nonostante molti pezzi iconici, quella di Sherlok Holmes è una scelta perfetta, un gioco musicale perfetto per il personaggio e per l’epoca in cui è ambientato il film, un trip di note e strumenti musicali [tra l’altro che flash vedere Zimmer che suona lui stesso quello strumento di cui ignoro il nome ma che fa da fondamenta alla theme del film] che elevano a opera il già bellerrimo film di Ritchie!

    E che dire del tema di Rocky? Una potenza assoluta che però ha un retrogusto di strada, il sapore perfetto per un film [e un personaggio] come quelli di Stallone.

    E che gioia vedere nella tua classifica anche pezzi più recenti e forse meno famosi come quelli di Inside Out, Avengers e Cloud Atlas! Il primo mi mette su le stesse emozioni provate durante il film [gioia, malinconia], il secondo è il pezzo perfetto per un film di supereroi e il fatto che sia stato scritto per il primo vero super gruppo di eroi del cinema è puro orgoglio nerdico, infine il pezzo di Cloud Atlas è un ritornello che si ripete più e più volte ma non sempre in modo uguale…quale modo migliore di riassumere l’epopea temprale raccontata da Tykwer e dalle sorelle Wachowski?
    Ora basta perché se mi metto a commentare tutta la tua classifica finisce che faccio nottata 😀

    Ci risentiamo per la seconda parte del mio commento, con la mia mini classifica!
    Hasta luego!

    Liked by 1 persona

    • No, ti prego, continua… questa è la frase che in treno, seduto da solo a leggere il tuo commento, ho bofonchiato da solo, a bassissima voce quando sono arrivato alla fine… mentre leggevo le tue parole (che userò, sappilo!) mi rivedevo in mente le clip che avevo inserito, riprovando a posteriori le stesse identiche emozioni…
      Quanto hai ragione su Williams (quanti temi musicali, oltre che vere soundtrack, potremmo citare entrambi! Solo pronunciare Star Wars fa venire i brividi… la sua marcia imperiale è bella anche se la vedi su YouTube suonata con una paletta mescola caffè o con una catena di lettori di floppy disk…) e su Zimmer (si, è un musicista che fa continui esperimenti ed è sempre alla ricerca di nuove sonorità, come con l’experibass di Stocco) ma la cosa che mi fa più gioia è la condivisione per il comune apprezzamento con te per i temi selezionati da me di Silvestri e Giacchino…
      Splendida osservazione, poi, sulla circolarità dei refrain del tema di Cloud Atlas intesa come espressione delle ricorrenze narrative…
      Che dire… aspetto la tua classificona!

      Liked by 1 persona

  8. Arieccome per presentarti la mia mini classifica [non sono 20 titoli ma solo 15, me spiass]! 😀
    Una classifica che segue fedelmente le 3 leggi da te imposte, compresa la regola di NON inserire titoli da te già proposti [sarebbe ridondante no?].
    Ok, let’s go:

    15) “Fievel sbarca in America” [James Horner]
    Apro la classifica con questo gioiellino d’animazione spesso dimenticato e il suo tema musicale a dir poco evocativo per la trama del film.

    14) “Il Miglio Verde” [Thomas Newman]
    Un tema che mi emoziona ogni volta che lo sento, esattamente come il film d’altronde 🙂

    13) “Dragonheart” [Randy Edelman]
    Pezzo strafamosissimo, talmente usato che spesso ci si dimentica di associarlo al bel film di Rob Cohen [a un certo punto è stato preso come “pezzo” ufficiale per ogni promo della Universal, pensa un po’ 😀 ]

    12) “Titanic” [James Horner].
    Spero non sia una scelta troppo scontata/smielata, ma per me questo è un tema magnifico che accompagna e ben si sposa con le immagini dell’opera di Cameron. Quando penso al Titanic, mi ritornano in testa questi suoni [altro che Celin Dion XD]

    11) “Ritorno al futuro” [Alan Silvestri]
    Ma, senza nulla togliere ai film precedenti, qui inizia la vera parata di pezzi memorabili e colonne portanti della storia del cinema, quello stra bello! 🙂
    Ritorno al futuro. Zemeckis. Silvestri. Che altro aggiungere?

    10) “Gli Incredibili” [Michael Giacchino]
    Fan Marvel e DC che litigano per decidere quale sia il miglior film supereroistico in circolazione quando Brad Bird, zitto zitto, ha già tirato fuori nel 2004 il film perfetto [divertente, emozionante, citazionista, retrò, rispettoso, originale] con la colonna sonora PERFETTA!

    9) “Mad Max: Fury Road” [Junkie XL]
    Per me, Fury Road, continua ad essere il film d’azione più adrenalinico e fottutamente epico di sempre. E di tanto anche!
    La colona sonora di quel pazzo di Junkie XL, contribuiscono a rendere questo film irraggiungibile. Gli altri possono solo mangiare la polvere!
    ps: porcoggiuda quanto mi gasa questo pezzo! Mi vien voglia di spaccare tutto, giuro! XD

    8) “Man of Steel” [Hans Zimmer]
    Chi avrebbe mai pensato che il Superman di Donner sarebbe diventato un ingombrante problema per le future produzioni? Scoronare quel film non è per un cazzo facile, e uno dei tanti elementi difficili da superare è proprio la main theme, quell’ovazione di supereroismo a cura di John Williams con cui il povero grande Zimmer si è dovuto confrontare.
    Ma quanto uno è bravo è bravo, e questo trionfo di violini e percussioni ne sono una grande prova.

    7) “Ocean’s Twelve” [David Holmes]
    Sono uno grande fan della Ocean’s Trilogy, di quella perfetta calibratura tra ironia, glamour, coolaggine, sfacciataggine e intreccio di trame mai visto in una saga, un piccolo miracolo quello fatto da Soderbergh che secondo me non riuscirà mai più a replicare. E questo pezzo un po’ soul, un po’ funky [come tutto il resto della colonna sonora], è quanto mai PERFETTO per l’atmosfera e il carattere di questi ladri gentiluomini.

    6) “X-Men 2” [John Ottman]
    Ok, il tema de “Gli Incredibili” era..ehm…incredibile, ma quanto cazzo spacca la theme degli X-Men?!
    Porcavacca c’è tutto! La meraviglia, il supereroismo, la mutazione, il conflitto, l’epicità!
    Quando la sento mi sento anch’io un X-men. Ecco. L’ho detto!

    5) “Inception” [Hans Zimmer]
    Lo ammetto, sto barando 😛 So benissimo che “time” non è il tema principale di Inception, ma per me questo pezzo È Inception. Proprio come il tema di Cloud Atlas riproponeva il tema delle vite che si ripetono nel tempo, allo stesso modo “Time” riprende il concetto che sta alla base dei “sogni dentro ai sogni”, riproponendo lo stesso ritornello più e più volte ma arricchendolo di volta in volta di nuovi strumenti ad ogni passaggio di livello, proprio come accade ai protagonisti del film che scendono sempre più in profondità nell’inconscio di Cillian Murphy.
    Ma che Zimmer sia un genio credo che l’abbiamo già detto 🙂

    4) “Pirati dei Caraibi” [Klaus Badelt]
    Continuavo a dire di no a questo brano perché associavo, ovviamente, la colonna sonora dei pirati a Hans Zimmer e di brani suoi ne avevo già inseriti due…ma non pensavo minimamente al fatto che, nel primo film, è Badelt ad essere accreditato nelle musiche, sicché…tiè, eccolo qua! 😀
    Uno dei pezzi più iconici del nuovo millennio, una corsa di violini, violoncelli e chissà quale altro strumento a corda, che ti fa salire un gaso e una voglia di avventura che riesce difficile star fermi non appena la ascolti!
    ps: ti prego, leggi i commenti sotto questo video perché sono esilaranti! XD E ti fa capire anche quanto sia ironicamente potente questo brano!

    3) “Superman” [John Williams]
    Ma il podio chi altro poteva aprirlo se non lui? Il più grande compositore di Hollywood che cerca di ricreare in musica il più grande super eroe del mondo. E ce la fa! Dio mio se ce la fa!
    La potenza di questo brano hanno reso iconico, non solo le strepitose note di Williams [che di tanto in tanto sembrano urlare chiaramente “SU-PER-MAN”] ma anche il film con Christophe Reeves.
    Brano perfetto. PER-FET-TO!

    2) “Up” [Michael Giacchino]
    E dalle cose super epice e complesse, arriviamo alla medaglia d’argento con qualcosa di una semplicità talmente disarmante da diventare poesia.
    Questo è un brano che si potrebbe suonare con solo qualche tasto di piano e continuerebbe ad avere una forza emotiva fuori dal normale, tale da prenderti il cuore e fartelo sciogliere dalla mole di sentimenti che non riesce a gestire. Prova è che, a inizio film, con solo qualche nota [riproposta con vari strumenti, ma il ritornello sempre quello è] sono riusciti a raccontare l’intera storia di due coniugi tanto innamorati quanto sfortunati. Niente parole, solo immagini accompagnate da questo splendido tema.
    Se la Pixar avesse una colonna sonora, sarebbe questa. Senza dubbi.

    1) “Jurassic Park” [John Rex Williams]
    Al primo posto della MIA classifica non poteva che esserci Jurassic Park.
    Ammetto che l’influenza del film un po’ si è fatta sentire, ma come cavolo non potevo non scegliere questa fetta di paradiso formato brano musicale?
    Jurassic Park è probabilmente il film che, da piccolo, mi ha fatto innamorare del cinema e ogni volta che sento quelle corna e quelle trombe suonare sento questo: cinema. Sento avventura, storie, emozioni, immagini, vita.
    E poi si, ovviamente sento anche i dinosauri, la meraviglia e il genio di Spielberg! XD
    Ormai associo questo tema ai dinosauri di Spielberg…ma che dico? Associo questo tema ai Dinosauri in generale! Trombe, corna e tromboni con vibrazioni di grossi tamburi [a fare da pachidermici passi di lucertoloni estinti] sono per me la colonna sonora di ogni Dinosauro!

    E questo è quanto, spero di non aver fatto casino tra vari copia/incolla e nello spostare i brani in classifica [alcuni continuavo a cambiarli di posto, non è stato per nulla semplice :D]

    Liked by 1 persona

    • Incredibile!

      Sei riuscito a fare l’incredibile, anzi, l’impossibile… e qui scatta subito uno dei movie main music theme che ho scartato per un soffio dalla mia chart, ovvero il capolavoro di quel genio di musica da film del passato, Lalo Schifrin, con il brano originale composto per la serie televisiva di Mission Impossible:

      Dicevo che sei riuscito nell’impresa impossibile di creare una Top 15 non solo seguendo alla lettera le mie regole, ma aggiungendo anche quella terrificante di non poter usare nessuno dei brani da me selezionati!

      Non solo, aggiungo che almeno 10 dei tuoi 15 pezzi li potrei in qualsiasi momento sostituire con altrettanti della mia chart!

      Lasciando stare l’ovvia presenza di alcuni compositori che piacciano davvero universalmente (Hans Zimmer e John Williams sono praticamente gli dei della musica da film e presenti nelle chart di chiunque), noto che nella tua classifica non v’è presenza di Morricone, il che è cosa particolare, davvero, mentre noto che sei come me un grande estimatore di Michael Giacchino: io l’ho citato per “Inside Out” mentre tu per “Up“, altro branoc eh è rimasto a lungo in lizza, sul mio desktop, assieme (nel mio caso) ad un’altra sua creazione, che ho tolto solo all’ultimo momento:

      Per altro non poteva essere diversamente, visto che Giacchino, insieme a Slvestri, sono forse i due autori più supereroistici di sempre (vedi anche la soundtrack di “Spiderman: homecoming“) e per il nerdolo che è in noi, tanto basterebbe…

      Comunque, penso che questo sarà il post con più link a YouTube della storia di WordPress… già adesso aprirlo senza una connessione potentissima è impresa non da poco!

      Infine, se ricaricherai la pagina web del mio post ed avrai svuotato la cache del PC, noterai che ho usato il tuo primo commento per arricchire molte posizioni della mia classifica, mentre ho anche tolto tutti i link video dal tuo secondo commento, per inserirle più degnamente all’interno del mio post, nella sezione contributi altri blogger.

      Ti saluto, ovviamente, con un ultimo brano, questa volta di un altro veterano come John Barry, di quelli ultra-mitici, anch’esso nella zona ripescaggi della mia chart:

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...